1986 lugano

1 marzo 1986, Lugano campione svizzero per la prima volta

Di Andrea Branca, 01.03.14 Today in sports

Il 1 marzo 1986 resterà per sempre impresso nella memoria dei tifosi bianconeri per essere stato in assoluto il giorno più importante della storia del club. Il Lugano di John Slettvoll, battendo l’acerrimo rivale Davos per 7-5 nella seconda gara di finale, ha conquistato il suo primo titolo nazionale coronando così una stagione strepitosa passata per tutto il suo svolgimento in testa alla classifica.

Dopo una gara 1 dominata dai ticinesi e finita addirittura sul 5-0, l’assoluto protagonista dell’incredibile secondo incontro di finale è stato Kent Johansson che, capace di andare in gol per ben quattro volte, ha permesso al Lugano di rovesciare il punteggio dal 2-4 al 7-5 finale. Al cardiopalmo il finale di partita, quando a tre minuti dalla terza sirena il davosiano Sergio Soguel ha avuto sul bastone il disco che avrebbe potuto chiudere l’incontro, ma ha visto il suo tiro stamparsi sul palo.

I bianconeri hanno così recuperato il puck e impattato la contesa sul 5-5 con Johansson, che ha poi realizzato anche la rete decisiva per i suoi. Ciliegina sulla torta il 7-5 di Jörg Eberle che, dopo aver conquistato i due passati campionati proprio con la maglia del Davos, ha insaccato a porta sguarnita il gol della definitiva certezza contro i suoi ex compagni.

Quella sera del 1 marzo 1986 ebbe ufficialmente inizio l’era del “Grande Lugano”, che non mancherà di togliersi tante soddisfazioni anche nelle stagioni immediatamente successive.


Appassionato di sport, tecnologie e social media, quando non lavora dietro ad un monitor passa il suo tempo nelle piste di hockey.

andrea.branca@luganonetwork.ch
Scritti: 328 articoli