Lincolnblues flickr

La Notte degli Oscar

Di Antonia, 02.03.14 Curiosando

And the winner is…

Il premio cinematografico più ambito e conosciuto degli Stati Uniti verrà assegnato questa notte ai migliori attori, regista, film,… dell’anno appena trascorso.

La sfarzosissima cerimonia, la vastissima eco internazionale, i costosissimi abiti e l’indimenticabile red carpet non metteranno però ombra i film e attori vincenti che per l’eternità godranno della fama della statuetta ricevuta.

La storiella più accreditata sul nomignolo Oscar racconta che un’ impiegata all'Academy, vedendo la famosa statuetta, esclamò: “Assomiglia proprio a mio zio Oscar!”

Ma passiamo oltre e chiediamoci: come si vince un oscar, e soprattutto, chi è che decide chi è il migliore?

Il nome ufficiale degli Oscar è Academy Award of Merit e viene assegnato annualmente dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, organizzazione fondata nel lontano 1927 per sostenere lo sviluppo del cinema made in USA. Il primo Oscar venne assegnato nel 1929, prima ancora del Festival di Venezia nato nel 1932.

I membri dell’Accademy, oggi circa 60'000, votano in una delle sezioni cinematografiche che rappresentano  (registi, attori, produttori, direttori della fotografia, sceneggiatori, compositori e via dicendo), eleggendo i vincitori. La trafila per ricevere l’onore e diritto di voto nell’Accademy è abbastanza complessa: bisogna aver ottenuto almeno un nomination agli Oscar, aver ricevuto due raccomandazione da due membri di un settore o aver guadagnato l’approvazione del comitato a capo a un settore per aver partecipato a un film di grande successo commerciale o di critica. Visto l’elevatissimo numero di membri, attualmente le nuove adesioni sono state limitate a 30 all’anno.

Ogni anno verso dicembre, tutti i membri ricevono la Reminder List, la lista di tutti gli iscritti all’Accademy Award, in modo da determinare una prima selezione: le nominations. Votano una seconda volta a fine gennaio per determinare i vincitori, un voto per categoria, che dal 2013 è possibile fare anche online.

La società che raccoglie e conta i voti è la PricewaterhouseCoopers, o meglio due collaboratori, che con assoluta segretezza hanno il compito di compilare, sigillare le buste con i nomi dei vincitori e consegnarle direttamente nel dietro alle quinte ai singoli relatori.

E nel caso le buste venissero perse nessun problema: i due hanno memorizzato tutto!

Immagine: lincolnblues-flickr


=)

agenda@lugano.ch
Scritti: 72 articoli