Guidoz   flickr

Bovini flatulenti e notizie esplosive

Di Ahirina Beretta, 13.03.14 Curiosando

90 mucche, centinaia di flatulenze. Alcune notizie ci lasciano sconcertati se non fosse che sono più divertenti che credibili: certamente questa notizia del gennaio scorso entra in questa categoria.  

Rasdorf, Germania - È bastata una scarica elettrica per far esplodere la stalla. Secondi alcuni studi una mucca produce in media ben 500 litri di metano al giorno. La loro attività digestiva è una continua emissione di gas, e questo avviene ogni volta che digeriscono.  

Le 90 mucche da latte  particolarmente flatulenti avevano saturato l’aria della stalla nella quale erano alloggiate a tal punto che una scarica elettrostatica  partita da un macchinario si è trasformata in un’improvvisa fiammata.

Grande spavento per tutti, mucche comprese ma un bilancio finale non grave: tetto danneggiato e una mucca leggermente ustionata.

Una notizia che fa sorridere ma che cela un retroscena di impatto ambientale da non poco: un rapporto FAO stima infatti che il 18 per cento delle emissioni annuali di gas serra a livello mondiale sono ascrivibili a bovini, bufali, pecore, capre, maiali e pollame. Ma secondo gli autori della ricerca “Animali e cambiamenti climatici”, Robert Goodland e  Jeff Anhang, l’impatto sarebbe ben superiore: i due scienziati americani attribuiscono il 51% delle emissioni annuali di gas serra a livello mondiale agli animali.

Immagine CC: guidoz - Flickr


=)


Scritti: 26 articoli