Guardie svizzere2

Le guardie svizzere

Di Sabrina Rauseo, 11.04.13 Curiosando


Il 22 gennaio 1506 Papa Giulio II assoldava, come mercenari per la difesa della propria persona e dei Palazzi Pontifici, 150 soldati svizzeri, rinomati in tutta Europa e ritenuti invincibili per la loro forza d'animo, i nobili sentimenti e la proverbiale fedeltà. Tutt’oggi sono l’esercito più piccolo e antico del mondo.

In 500 anni il contingente partecipò a sanguinose battaglie, contro il Re di Francia (1512), al Sacco di Roma (1527) e alla battaglia di Lepanto (1571). Il corpo della Guardia Svizzera Pontificia è costituito da 100 cittadini svizzeri, cattolici, celibi, tra i 19 e i 30 anni e alti almeno 1,74 m. Inizialmente il corpo era formato esclusivamente da giovani dei cantoni di lingua tedesca: più di recente il reclutamento è stato esteso a tutti i Cantoni, anche se la maggioranza per tradizione proviene da Vallese, Lucerna e San Gallo.

La loro celebre divisa a strisce verticali gialle, rosse e blu e con l’elmo a due punte sormontato da un pennacchio rosso è ispirata ai colori araldici dei Papi della famiglia Medici, mentre lo stile può essere attribuito a Raffaello che con le sue pitture ha influenzato il gusto del Rinascimento italiano, mentre solo leggenda è il coinvolgimento sartoriale di Michelangelo.


"Essere naturali è una posa difficile da mantenere" (cit.)


Scritti: 17 articoli