Snowboard photo alvaro vogel japan by rudi wyhlidal

3 aprile 2001, il luganese Alvaro Vogel bronzo ai mondiali juniori di snowboard

Di Andrea Branca, 03.04.13 Today in sports

Il 3 aprile di 12 anni orsono è stata una giornata importante e particolare per il mondo sportivo ticinese, rimasto a bocca aperta per le prestazione sullo snowboard di un giovane luganese che probabilmente in pochi avevano sino a quel momento sentito nominare.

Stiamo parlando dell’allora sedicenne Alvaro Vogel che, con grande carattere e determinazione, era riuscito ad ottenere la medaglia di bronzo nell’half pipe nell’ambito dei mondiali juniori di snowboard di Sappada (Italia, provincia di Belluno).

Il suo innato talento e l’enorme impegno in una disciplina che richiede dedizione e tantissima pratica gli avevano permesso di lanciarsi nel mondo dello snowboard professionistico dalla porta principale, distinguendosi tra gli 85 concorrenti presentatisi al cancelletto di partenza. Molti di loro, inoltre, erano dei veri e propri professionisti, abituati a palcoscenici prestigiosi e alla gestione del relativo stress.

“Per me si trattava della prima esperienza a questi livelli - aveva spiegato Vogel sulle pagine dei GDP - dunque volevo più che altro imparare dai miei avversari. Non avevo nulla da dimostrare e potevo fare la mia gara senza pressioni di alcun genere, men che meno di risultato”.

Il risultato, invece, è arrivato eccome per il giovane luganese che, dopo essersi qualificato al 14esimo posto per la fase finale, ha anche accarezzato da vicino la medaglia di argento, sfuggitagli solamente a causa di una caduta nella seconda prova.

Il gradino più alto del podio venne conquistato dal francese Garry Zebrowski, mentre al secondo rango si piazzò il canadese Reneau Belisle.


Appassionato di sport, tecnologie e social media, quando non lavora dietro ad un monitor passa il suo tempo nelle piste di hockey.

andrea.branca@luganonetwork.ch
Scritti: 328 articoli