Gettysgirl4260 flickrcc

Morire dal sonno

Di Ivo Carrozzo, 20.05.14 Curiosando

A chi non capita di passare una o più notti completamente in bianco? Vuoi perché,  turbati da ansie o preoccupazioni, ci rigiriamo irrequieti nel letto, vuoi invece perché per scelta o perché costretti, il tempo riservato al riposo viene destinato ad attività di veglia.

Ma quanto tempo possiamo stare senza dormire? E si può morire per mancanza di sonno? Non sono pochi coloro che per un motivo o l’altro sono riusciti a rimaner svegli anche per 24 o 36 ore di fila. E addirittura si sa di soggetti che sono arrivati a non chiudere occhio persino per 11 giorni, come dimostrò il diciassettenne Randy Gardner, senza peraltro mostrare particolare affaticamento o sintomi psicotici. Quest’ultimi, infatti, sopraggiungono molto spesso, insieme ad altri sintomi, dopo una lunga privazione del sonno. E sebbene non sia possibile suicidarsi astenendosi volontariamente dal dormire, dato che ad un certo punto il nostro fisico si proteggerà consegnandoci direttamente a Morfeo, è comunque possibile morire per la mancanza di sonno.

Avviene a chi è affetto da una malattia rarissima, l’insonnia familiare fatale. La sua prognosi è sempre sfavorevole e non esiste cura. Questo tipo di insonnia progressiva si manifesta con gravi alterazioni del ritmo sonno-veglia, disturbi comportamentali, allucinazioni e stati psicotici. E dopo un decorso che varia tra i 7 ed i 18 mesi, ci si addormenta. Per sempre.

Immagine: GettysGirl4260-flickrCC


“Se lo puoi sognare, lo puoi fare.” - Enzo Ferrari / “Però ti servono tanti soldi e un garage molto largo.” - Ivo Carrozzo


Scritti: 41 articoli