Avrene flickr

I primi quarant'anni del cubo di Rubik

Di Ivo Carrozzo, 19.05.14 Curiosando

Il cubo di Rubik compie 40 anni. L'invenzione del celebre rompicapo, ad opera del professor Erno Rubik, risale infatti al 1974, anche se il suo lancio a livello internazionale avvenne solo nel 1980. Lo stesso anno vinse  il premio speciale “Miglior Solitario”, nella rassegna Spiel des Jahres (Gioco dell’anno) in Germania. Da allora, con i suoi circa 350 milioni di esemplari venduti, è uno dei giochi più diffusi al mondo.

Il primo prototipo creato da Rubik aveva in realtà finalità didattiche e inizialmente doveva servire a descrivere e comprendere modelli matematici, teorici e statistici.

Fu solo nel 1977 che il coloratissimo giocattolo iniziò ad essere venduto come tale, mentre si dovette attendere fino al 1980 per assistere alla sua distribuzione su scala internazionale.

Erno Rubik divenne il cittadino più ricco del suo paese quando nel 1982 furono venduti oltre 100 milioni del suo ormai famosissimo cubo e sempre nello stesso anno iniziarono addirittura le prime competizioni: risultava vincitore colui che avrebbe risolto il cubo nel più breve tempo possibile.

Nel frattempo il record di velocità nello speedcubing è stato battuto più volte e attualmente è detenuto dall’olandese Mats Valk, che nell’Open tenutosi in Belgio nel marzo del 2013 è riuscito a completarlo in 5.55 secondi!

Meglio ancora, però, è riuscito a fare un robot, costruito con elementi del lego e comandato da uno smartphone (sic!), che l’ha risolto in soli 3.253 secondi.
 

 

Immagine: avrene - flickr


“Se lo puoi sognare, lo puoi fare.” - Enzo Ferrari / “Però ti servono tanti soldi e un garage molto largo.” - Ivo Carrozzo


Scritti: 41 articoli