Francobollo commemorativo della finale wikimedia

Mundialando: dal 1930 al 1950

Di Math, 17.06.14 Curiosando

Fin dal primo Mondiale di calcio del 1930 in Uruguay, questo campionato è stato pieno di diversi aneddoti e curiosità che sono andate perse nel tempo. Nelle prossime settimane ve ne vogliamo raccontare almeno uno di ognuno dei 19 mondiali disputati fino ad ora.

Uruguay '30 è stato il primo Mondiale della storia, aggiudicato ai padroni di casa ai danni dell'Argentina, in quella finale in cui la Celeste è diventata campione del mondo anche grazie al gol di Hector Castro, conosciuto anche come Il divino Manco (monco) poiché da giovane perse la mano destra in un incidente sul lavoro.

Quattro anni dopo, Italia '34, in pieno regime Mussoliniano, gli azzurri vinceranno il loro primo mondiale di calcio. Tra le nazionali assenti a quella edizione proprio l’Uruguay , l'allora campione, che non ha potuto partecipare alla competizione poiché le spese di viaggio, vitto e alloggio risultavano proibitive per molte nazionali.

Il mondiale di Francia '38 vide in finale Italia – Ungheria e la vittoria andrà per la seconda volta agli azzurri, da quel giorno dovranno aspettare ben 44 anni per rialzare la coppa.

Dopo la pausa della seconda guerra mondiale il più grande campionato calcistico torna con Brasile '50, il mondiale che vide come vincitore l'Uruguay sui padroni di casa. Questo match verrà chiamato il “Maracanazo” (perché si giocò nello stadio del Maracanà). La vergogna della sconfitta brasiliana portò a 34 suicidi e 56 morti.

La prossima puntata di Mundialando uscirà giovedì.

Immagine: Commons Wikimedia
Francobollo commemorativo della finale Uruguay-Brasile 1950
World Cup Soccer Championship, Wembley, England Denomination: 1.40 Forint


-

agenda@lugano.ch
Scritti: 8 articoli