Daviscop

A proposito di Davis

Di 24Fotogrammi, 02.06.15 24 Fotogrammi

Anche  questa volta caos, affanno ed inquietudine sono i sentimenti dominanti nell’ultimo film dei fratelli Cohen, a cio’ si aggiunga la malinconia del grigio ed uggioso autunno newyorkese, ben rappresentata da una fotografia dai colori freddi.

Il film narra la storia di Dave Van Ronk, cantante folk dei primi anni ’60. Siamo in epoca pre-Bob Dylan, la musica folk è in auge grazie a diversi autori, ma non c’è ancora un solista che abbia una presenza scenica importante. Solamente di li’ a poco con Bob Dylan e Joan Baez, la musica nazionale americana vivrà una svolta che farà da spartiacque e cambierà per sempre il modo di intendere il folk.

Cosa manca a Llewyn, questo il nome del protagonista, per entrare in contatto con il pubblico? Forse i tempi non sono ancora maturi come invece lo è lui musicalmente, oppure è incompleto? Originariamente infatti faceva parte di un duo con il suo amico Mike, morto suicida. Questa separazione forzata lo ha reso pigro, indolente ed ancor piu’ triste.

I Gorfein, genitori dell’amico Mike ospitano Llewyn  occasionalmente, il loro gatto di nome Ulisse gli farà compagnia per un po’ nella sua Odissea da New York a Chicago e ritorno, attraverso la quale cercherà un’ultima occasione, incontrando un impresario musicale che potrebbe cambiargli la vita.

Per il nostro cantante non esiste il concetto di casa, ma un peregrinare attraverso divani rimediati in qua e in là. Anche se in realtà un rifugio sicuro in cui tornare esiste, ed è casa di Jim e Jean, ragazza di cui è innamorato e che come Penelope lo aspetta e spera che torni da lei, nonostante sia furiosa per la sua totale assenza di progettualità e questo vivere alla giornata che destabilizza chi lo circonda.

Commedia malinconica e dalla risata amara, che ti fa dire: “è vero è cosi’, sono un perdente ma perlomeno ho tentato il tutto per tutto per avvicinarmi il piu’ possibile ad un sogno che probabilmente non deve essere realizzato da me”, ma da qualcuno che di li’ a poco avrebbe cambiato la storia del folk americano con il suo carisma.


Appassionati di cinema.

24fotogrammi@agendalugano.ch
Scritti: 9 articoli