New stars pantera nera from some amazing facts

La pantera nera non è una specie?

Di Stefano, 05.08.15 Curiosando

La pantera nera, affascinante felino che ha animato la fantasia popolare ed è stato protagonista di romanzi, film e quant’altro, in realtà non è una specie; infatti il colore nero è dovuto a una forma di melanismo (eccesso di pigmentazione nera), che colpisce alcuni felini, in particolare il leopardo e il giaguaro, molto simili fra loro, con la differenza che il giaguaro si trova in Sud America, mentre il leopardo, nelle sottospecie, popola Africa e Asia.


Immagine: wikipedia

Il melanismo è più comune nei giaguari (Panthera onca) - dove è dovuto alla mutazione di un gene dominante - e nei leopardi (Panthera pardus) - dove è dovuto alla mutazione di un gene recessivo - mentre nei puma è un fenomeno rarissmo e non ancora ampiamente documentato.


Immagine: www.settemuse.it

L'esame ravvicinato di uno di questi felini neri mostra ancora la presenza delle tipiche macchie, semplicemente nascoste dal soprannumero del pigmento nero melanina. Felini melanici possono nascere in una cucciolata insieme ad altri piccoli che non lo sono. Nei felini che cacciano specialmente di notte la condizione non è dannosa.

Esistono anche pantere bianche, che sono individui albini o leucistici delle tre stesse specie sopracitate. Dato il loro manto bianco incontrano grossi problemi nella caccia e nel nascondersi in generale. L’albinismo è un fenomeno rarissimo nei leopardi, uno splendido esempio di albinismo è la tigre bianca.

È probabile che il melanismo sia una mutazione evolutiva favorevole, con dei vantaggi selettivi per il suo possessore sotto certi aspetti, dal momento che è molto più comune nelle regioni con fitte foreste. Recenti studi indicano come il melanismo potrebbe essere collegato a mutazioni benefiche nel sistema immunitario.


.

agenda@lugano.ch
Scritti: 7 articoli