Lafeba

Lugano - Origine del toponimo

Di Manuela Masone, 19.11.15 Lugano lo sai che

All'inizio di questo percorso sull'origine dei toponimi legati alla città e ai suoi dintorni, consideriamo proprio l'etimologia del termine Lugano, sulla quale si è a lungo dibattuto per poi arrivare ad un'interpretazione condivisa.

"In antico Lugano era un casale circondato da un ampio bosco, onde trasse il nome Luco o Lucano, poi fattosi cospicuo borgo appartenente all'Insubria e nei bassi tempi al regno dei Longobardi di cui era una forte piazza di guerra".Questa annotazione riguardo alle origini di Lugano, che risale alla prima metà dell'Ottocento e di cui è autore il geografo italiano Francesco Costantino Marmocchi, descrive il territorio primitivo di Lugano come un luogo boscoso, caratteristica che spiegherebbe dunque l'etimologia del relativo toponimo. Occorre aspettare quasi un secolo, perché questa interpretazione - che si rivelerà poi come la più credibile -, menzionata in ambito storico, ma probabilmente sfuggita nell'ambito della linguistica, potesse riacquistare consistenza.

Verso la fine dell'Ottocento, il termine era stato associato da Carlo Salvioni al latino lucus (lago) e in seguito lacuanus (lacustre). Un'altra teoria che si rifaceva anch'essa agli studi precedenti, affermava le origini celtiche del nome. Un approfondimento linguistico permette di arrivare a nuove conclusioni:

Nell'ambito della linguistica, il primo a proporre per Lugano la base latina lucus nel significato di "bosco", aggiungendovi il frequente suffisso -àn, fu, nel 1934, il filologo italiano Giorgio Pasquali. Egli fece giustamente notare che nei territori lombardi e veneti esistevano numerosi toponimi dove lucus nel significato di "lago" era da escludere, trattandosi di località senza relazione alcuna con luoghi lacustri. L'esistenza a Lugano del lago era da considerare una pura coincidenza, senza attinenza con quel toponimo. All'origine del nome Lugano perPasquali stava l'antico e supposto carattere boscoso del suo territorio. Questa pista interpretativa si è più recentemente affermata come la più attendibile grazie al dialettologo e linguista ticinese Ottavio Lurati, che ne 1981 l'ha ripresa, vagliando le varie interpretazioni formulate in passato [...]

Avvalendosi dei censimenti toponomastici comparati, Lurati osservò la vicinanza con toponimi nelle regioni di Toscana, Veneto, Romagna, Piemonte, Lombardia o in Francia, come ad esempio Lugana presso Desenzano e Valugana in provincia di Isola nel Veneto. Tornando alla nostra città, il linguista mostrò come il toponimo attestato dal IX al XII secolo si evolve da Laco Luanasco, Lucanum, Luano fino all'attuale Lugano.

A partire dal XIV secolo, ma soprattutto nei tre secoli successivi durante la dominazione svizzera nei baliaggi ticinesi, compare nei documenti anche la forma storica tedesca del nome Lugano, uno sporadico Lowens, nel 1310, e i più frequenti Lauis o Lauwis e ancora Lawertz, che come come ha sottolineato Salvioni, derivano però semplicemente dalla forma latina lucus, escludendo per Lugano una qualsivoglia antica origine celtica e tedesca. 

 

Le citazioni sono riprese da:
A. Gili, L'origine del nome "Lugano" e significato delle lettere "LGVA" nello stemma cittadino, in Lugano, Luoghi e nomi, Toponimi e stradario nella cartografia e nelle immagini d'epoca, a cura di A. Gili, S.Vassere, Edizioni Città di Lugano, 2000, pp. 33-37


.

agenda@lugano.ch
Scritti: 9 articoli