Immagine

Palazzo Riva - Via Magatti

Di Archivio Storico, 07.01.16 Lugano lo sai che

È uno dei migliori esempi di architettura civile tardobarocca nel Ticino ed è ancora più sontuoso degli altri due palazzi a Lugano della stessa famiglia (in Via Pretorio e in Piazza Cioccaro). Fu costruito nel 1747 da Giovan Battista Riva (1695-1777), del ramo dei nobili di Lugano, la cui famiglia è attestata nel borgo già nel XIV sec. e iscritta nella matricola del 1448 del Patriziato locale. Viene anche detto Palazzo dei marchesi Riva, il ramo meno antico del casato, con a capostipite il medico e municipale di Lugano Giacomo Filippo Riva (1738-1825), che ereditò la residenza gentilizia dal padre Giovan Battista, e che nel 1777 fu investito del titolo marchionale dal Principe Elettore di Baviera, duca Massimiliano Giuseppe.

Dopo che gli ultimi discendenti del ramo dei marchesi si stabilirono in Italia, nel 1874 il palazzo fu ceduto a Stefano Riva (1829-1913), segretario comunale di Lugano, e con lui tornò in possesso come in origine al ramo dei nobili. Adibitolo per un paio d’anni a sede dell’albergo Bellevue, nel 1876 il palazzo fu venduto alla Banca della Svizzera Italiana che ne fece la propria sede.

L’edificio fu restaurato a due riprese (1970-1972; 1991-1993) riportando all’antico splendore le due facciate principali, il portico, con il portale arricchito da decorazioni plastiche e sormontato dallo stemma gentilizio della famiglia Riva, e i soffitti lignei a cassettoni delle quattro sale al primo piano.

L’interno vanta nove pregevoli affreschi di soggetto mitologico realizzati da Giuseppe Antonio Felice Orelli (1706-1776) di Locarno e dalla sua bottega, un ciclo pittorico che occupa un posto di rilievo nel panorama del barocchetto lombardo; pure notevoli: cornici mistilinee in stucco e quelle dipinte illusionisticamente di gusto rococò; cortile d’onore, con portico su due lati; scalone con balaustra; due medaglioni ovali in stucco (pareti del corpo scale); camino in marmo d’Arzo (sala a pianterreno).


L'Archivio storico della Città di Lugano (ASL), costituito nel 1980, ha il compito di conservare, ordinare e valorizzare la documentazione prodotta fino al 1946 dall'autorità comunale e dalle sue istituzioni

agenda@lugano.ch
Scritti: 52 articoli