Palazzo riva via pretorio   lugano 011

Palazzo Riva - Via Pretorio

Di Archivio Storico, 15.01.16 Lugano lo sai che

Fu eretto (1742-1752) dal conte abate e letterato Francesco Saverio Riva (1702-1783). Francesco Farnese I, duca di Parma e Piacenza, aveva conferito al padre, Giovanni Battista Riva (1646-1729), il titolo comitale (1698), cui si erano pure aggiunte la cittadinanza lucernese (1691) e l’investitura della signoria di Mauensee (1721).

Il palazzo, il cui progettista resta sconosciuto, viene anche detto di S. Margherita, dal nome della chiesa e del convento che un tempo sorgevano (1654-1881) prospicienti ad esso.
I Riva sono attestati a Lugano fin dal XIV secolo e figurano nella matricola del locale Patriziato del 1448. Il ramo dei conti, cui appartiene ancora oggi questo palazzo e il cui stemma si trova sopra il portale d’ingresso, visse il momento di maggiore splendore nei secoli XVII e XVIII.

All’interno vi sono diversi stucchi e pitture, fra cui l’Allegoria della Vanità (ca.1740) di Giuseppe Antonio Petrini (1677-1759) di Carona, salette con soffitti a cassettoni dipinti con motivi ornamentali e un salone con paesaggi. In due stanze a pianterreno: decorazioni a stucco che incorniciano dipinti attribuiti a Bartolomeo Rusca raffiguranti Callisto e Giove, Marco Curzio a cavallo, Mercurio che consegna a Paride il pomo della Discordia e il Sacrificio di Muzio Scevola (quarto decennio XVIII sec.). Nel giardinetto del cortile: affresco di Diana cacciatrice.

Alla famiglia Riva appartengono altri due palazzi a Lugano (in Piazza Cioccaro e in Piazza Manzoni).


L'Archivio storico della Città di Lugano (ASL), costituito nel 1980, ha il compito di conservare, ordinare e valorizzare la documentazione prodotta fino al 1946 dall'autorità comunale e dalle sue istituzioni

agenda@lugano.ch
Scritti: 52 articoli