640px lugano 046

Chiesa di S. Carlo Borromeo

Di Archivio Storico, 21.01.16 Lugano lo sai che

Lugano, Via Nassa

Eretta negli anni 1640-1642 per iniziativa dell’omonima confraternita su progetto degli architetti Giovanni Angelo Galassini di Lugano e Antonio Castelli. Il campanile è del 1661. L’aspetto attuale della facciata risale al 1829 ed è opera dell’ingegnere Domenico Fontana di Cureglia, mentre il portale è del XVIII secolo. Negli anni 1963-1967 la chiesa fu restaurata.

All’interno sono considerevoli: l’altare in marmo policromo di Baveno di Giovanni Battista Adami (1768), con un maestoso tempietto (1779) e la statua lignea dipinta della Madonna (XVIII sec.); sulla parete di fondo del coro vi è una ricca cornice con angeli cariatidi e un tendaggio in stucco contenente il pregevole dipinto della Madonna con il Bambino e S. Francesco d’Assisi (1623); nella seconda cappella nord, tela raffigurante S. Carlo in cattedra (1715) opera di Giuseppe Antonio Petrini (1677-1759) di Carona, protagonista della pittura lombarda del Settecento, presente anche con la splendida Madonna Immacolata (nel coro); tela di Pio IV che impone al nipote il cappello cardinalizio (1650-1700; all’esterno dell’arco trionfale); Gloria di S. Carlo (affresco sulla volta del coro); gruppo della Pietà in cartapesta dipinta (arte leccese, inizi XVII secolo; nella cappella di S. Carlo).


L'Archivio storico della Città di Lugano (ASL), costituito nel 1980, ha il compito di conservare, ordinare e valorizzare la documentazione prodotta fino al 1946 dall'autorità comunale e dalle sue istituzioni

agenda@lugano.ch
Scritti: 52 articoli