Immagine1

Chiesa di S. Rocco

Di Archivio Storico, 26.01.16 Lugano lo sai che

Piazzetta San Rocco

Sorta sul sedime di una chiesa più antica (eretta nel 1349 e intitolata a S. Biagio), la costruzione della nuova chiesa iniziò nel 1580 e fu consacrata nel 1591. La facciata neobarocca risale agli anni 1909-1910 (architetto Paolo Zanini).

Nello stabile sul fianco sinistro: Sala S. Rocco, con quadreria dei ritratti dei benefattori della confraternita (XVII-XX sec.).

La chiesa è famosa per i pregevoli affreschi (1622-1632) raffiguranti episodi della vita di S. Rocco, sulle pareti della navata, il Cristo nella Gloria celeste, sull’arco trionfale, e le Storie dell’infanzia di Gesù, nella cappella a sinistra, attribuiti a Giovan Battista Discepoli (ca. 1590-1654), detto lo Zoppo da Lugano, tra i protagonisti della pittura barocca in Lombardia.

Pure notevole il coro (1759) coperto a cupola, con stucchi di Muzio Camuzzi da Montagnola, Antonio Daverio e Carlo Giuseppe Taddei, affreschi (ca. 1760) variamente attribuiti a Giovanni Battista Bagutti e a Carlo Scotti di Laino e tele di Giuseppe Antonio Maria Torricelli (1710-1808) di Lugano (Elia fa cadere la pioggia; la Vergine dona lo scapolare al beato Simone Stock, 1786 ca.).

Nel presbiterio: riquadri con il Martirio di S. Biagio e di S. Sebastiano (1662), opera di Giovanni Andrea e Giacomo Casella da Carona, entro ricche cornici in stucco. Sull’altare marmoreo tardobarocco: statua della Madonna del Carmelo. Sulla volta della navata: pitture a motivi architettonici di Marco Antonio Pozzi di Puria in Valsolda e riquadri (Assunzione; Gloria di S. Sebastiano; Gloria di S. Rocco) di Lodovico David.


L'Archivio storico della Città di Lugano (ASL), costituito nel 1980, ha il compito di conservare, ordinare e valorizzare la documentazione prodotta fino al 1946 dall'autorità comunale e dalle sue istituzioni

agenda@lugano.ch
Scritti: 52 articoli