Immagine

Chiesa di S. Maria degli Angeli

Di Archivio Storico, 11.02.16 Lugano lo sai che

La chiesa, costruita negli anni 1499-1515 dai francescani osservanti, è famosa per il grandioso affresco sul tramezzo con Storie della Passione di Gesù (1529), capolavoro del pittore Bernardino Luini (ca. 1480- ca. 1531), la cui opera rappresenta uno degli esiti più alti della pittura del Rinascimento lombardo, d'influenza leonardesca; pure del Luini sono gli affreschi della Madonna con Gesù Bambino e S. Giovannino (nella prima cappella laterale) e l’Ultima Cena (sulla parete sud della navata), entrambi già nel convento annesso.

Assai ricca è la cappella Camuzio (la terza cappella a destra) con il suo ciclo di affreschi rinascimentali con le Storie della Vergine, attribuiti a un anonimo pittore denominato "Maestro della Cappella Camuzio", a cui si può riferire anche il dipinto dei SS. Francesco e Bernardino da Siena che compiangono il Cristo morto di scuola luinesca, sul pilastro tra la seconda e la terza cappella. Sono notevoli anche le Scene della vita di Maria, dipinte a monocromo sulle pareti laterali del coro, datate 1523.

La chiesa conserva inoltre pitture settecentesche: sulla parete di fondo del coro la Madonna Assunta, di Francesco Antonio Giorgioli da Meride (1655-1725) e gli affreschi illusionistici dei fratelli luganesi Giuseppe Antonio Maria (1710-1808) e Giovanni Antonio Torricelli (1719-post quem 1811); la pregevole tela di S. Francesco in estasi (1728; nella seconda cappella laterale) di Giuseppe Antonio Petrini (1677-1759) di Carona.

A ridosso sorgeva in origine il convento dei francescani osservanti, costruito contemporaneamente alla chiesa, trasformato in albergo nel 1852-1855 dall’architetto milanese Luigi Clerichetti (per conto dei fratelli Ciani), e alzato di due piani nel 1903 dall’architetto lucernese Emil Vogt (Grand Hôtel Palace) Nell’attuale stabile ex albergo è ancora visibile parte dell’antico chiostro del convento.


L'Archivio storico della Città di Lugano (ASL), costituito nel 1980, ha il compito di conservare, ordinare e valorizzare la documentazione prodotta fino al 1946 dall'autorità comunale e dalle sue istituzioni

agenda@lugano.ch
Scritti: 52 articoli