11738043 923202384410207 4687866222027481423 n

Il treno che viaggia su gomma

Di Peppo, 30.12.15 Curiosando

Si chiama Greenrail e si tratta di una traversina ferroviaria ecosostenibile in plastica riciclata e gomma ottenuta dal recupero di pneumatici fuori uso. Questa idea totalemente innovativa consente di trasformare un rifiuto in risorsa e si presenta come l’unico sostituto ecosostenibile allo standard attuale delle traverse in calcestruzzo armato precompresso. Greenrail, infatti, è costituito da un rivestimento ottenuto dal riciclo di pneumatici fuori uso o PFU e realizzato con un miscuglio di plastica, gomma e un nucleo interno in calcestruzzo armato.

Sarà un metodo costruttivo sicuro al 100 %. Infatti la copertura esterna assicura resistenza agli agenti atmosferici, al fenomeno del gelo e disgelo, è ignifugo, contribuisce a ridurre vibrazioni e rumorosità, e garantisce la migliore interazione tra la parte che funge da zavorra e la traversa riducendo lo spostamento laterale dei binari.

"A livello economico si riducono del 50% i costi di manutenzione delle linee ferroviarie e si aumenta la durata del prodotto: 50 anni contro i 30/40 del calcestruzzo - spiega Giovanni Maria De Lisi, siciliano e "figlio d'arte"" nonchè amministratore e fondatore di Greenrail - Ma non sono da meno i guadagni ambientali: per ogni km di linea armata con traverse Greenrail si contribuisce a recuperare 35 tonnellate di pneumatici fuori uso e 35 tonnellate di plastica".




Immagine: facebook.com/Greenrailsrl
 

Ma non finisce qui. Si hanno anche dei vantaggi anche dal punto di vista energetico: "Queste sono le uniche traverse ferroviarie al mondo progettate per produrre energia elettrica mediante sistemi piezoelettrici o moduli fotovoltaici polimerici", aggiunge il giovane imprenditore, ventottenne e già corteggiato dal mercato brasiliano.

Il "ragazzo" sa di cosa parla. Ha lavorato infatti per diversi anni nell’azienda del padre che opera proprio nel settore della costruzione e nella manutenzione delle ferrovie. “Ho cominciato dal basso, a 19 anni, montando con le mie mani le traversine ferroviarie in calcestruzzo”, spiega il fondatore della startup.

Le richieste per Greenrail sono già numerose ed è già stato depositato il brevetto in più di 120 Paesi, ma per vedere il futuro treno della sostenibilità che viaggia su binari green bisognerà aspettare il prossimo anno.


.

agenda@lugano.ch
Scritti: 36 articoli