Immagine 1 www.terrafugia.com

L'auto volante

Di Fiore, 04.03.16 Curiosando

In questi giorni in cui avrà luogo il Salone dell'auto di Ginevra, sicuramente non avremo occasione di vederla. 

Si tratta dell'auto volante TF-X su cui Terrafugia, un'azienda statunitense, sta lavorando. L'estate scorsa la società ha ottenuto i permessi per compiere i primi test di volo su un prototipo senza pilota in scala ridotta. Progettata in Massachusetts, l'auto potrà viaggiare sia su strada che tra i cieli, alla velocità di 320 chilometri orari, e con un’autonomia di 800 chilometri. L'idea, presentata nel 2013, prevede la produzione di serie entro 8-12 anni.




La vettura disporrà di quattro posti con un motore ibrido elettrico, dotato di un sistema di decollo verticale per mezzo di due pale rotanti che si trovano sulle ali. I test verranno eseguiti su un prototipo in scala ridotta, che si alzerà in volo a ben 121 metri di quota per andare ad una velocità massima di 160 chilometri orari. Queste prove, insieme ai test nella galleria del vento e alle simulazioni aerodinamiche, sono fondamentali per perfezionare il design dell'auto.

Questa piccola macchina del futuro se dovesse essere messa in commercio, avrà un sistema di decollo verticale che le consentirà di alzarsi da terra e di atterrare in spazi davvero ristretti, senza bisogno di un'apposita pista. Le sue dimensioni ridotte consentiranno di parcheggiarla in garage. L’azienda assicura che "viaggiare volando" con la TF-X sarà più che sicuro in quanto il computer di bordo può subentrare a chi guida sia per il decollo che per l’atterraggio e sarà in grado di evitare altri velivoli in volo e le zone non accessibili al volo, gestite dalle torri di controllo.

Sembra proprio un Ritorno al futuro a tutti gli effetti, che cambierebbe radicalmente il modo di concepire la mobilità. In attesa di questa nuova era del volo, non ci rimane al momento che restare con i piedi per terra anziché con la testa fra le nuvole.


.

agenda@lugano.ch
Scritti: 11 articoli