Anvers

24 aprile 1920, la Svizzera partecipa al primo torneo olimpico di hockey della storia

Di Andrea Branca, 24.04.13 Today in sports

L’hockey su ghiaccio è oggi lo sport più popolare in Svizzera, ed anche a livello internazionale può vantare un seguito decisamente importante. La disciplina canadese per eccellenza ha fatto la sua prima apparizione in un contesto olimpico nell’aprile del 1920, quando le Olimpiadi invernali ancora non esistevano. La competizione ebbe infatti luogo qualche mese dopo il termine dei Giochi di Anversa, così da poter mostrare alla popolazione anche una disciplina invernale.

La Svizzera ebbe l’onore di essere invitata alla manifestazione assieme a Belgio, Francia e Svezia. A queste selezioni si aggiunsero per la prima volta anche Stati Uniti e Canada, ammesse poco prima nella Federazione Internazionale di hockey. Quest’ultima riconobbe poi nel 1983 quel torneo come la prima edizione del Campionato del Mondo, che ad oggi si svolge con cadenza annuale. Germania ed Austria, nazioni uscite sconfitte dalla Prima Guerra Mondiale, vennero invece escluse.

La formazione rossocrociata per l’occasione era composta da Rodolphe Cuendet, Louis Dufour, Max Holsboer, Marius Jaccard, Bruno Leuzinger, Paul Lob, René Savoie e Max Sillig (presidente anche della Federazione Internazionale).

Il torneo, che si svolse al Palais de Glace d'Anvers, presentava una forma decisamente particolare. Essendo le squadre dispari, una a sorte fu esonerata dal primo turno (la Francia), passando direttamente alla seconda fase. Le tre squadre vincitrici delle prime sei partite andarono a comporre le semifinali grazie all’inserimento dei transalpini, e le due compagini rimanenti furono poi protagoniste della finalissima.

La medaglia d’oro venne conquistata dal Canada, rappresentato dalla squadra dei Winnipeg Falcons, vincitori della Coppa Allan. La Svizzera, invece, ha debuttato il 24 aprile di 93 anni fa contro gli Stati Uniti, rimediando una sconfitta di addirittura 29-0! I rossocrociati vennero poi ripescati e scesero nuovamente in pista il 28 aprile al cospetto della Svezia, che vinse per 4-0.

Nonostante due sconfitte incassate ed un totale di 33 reti subite e nessuna segnata, la Svizzera si piazzò al quinto posto, lasciandosi alle spalle Francia e Germania. Il Canada raggiunse invece il gradino più alto del podio superando la Cecoslovacchia (15-0), gli Stati Uniti (2-0) ed in finale la Svezia (12-1).


Appassionato di sport, tecnologie e social media, quando non lavora dietro ad un monitor passa il suo tempo nelle piste di hockey.

andrea.branca@luganonetwork.ch
Scritti: 328 articoli