Far cry 3 vaas

Far Cry 3

Di Simon Lerose, 04.05.13 Game of the Week

Il Game of the Week di questa settimana è dedicato a Far Cry 3, titolo edito da Ubisoft e sviluppato da Ubisoft Montreal, che purtroppo non gode dell'enorme popolarità di altri franchise, ma che attirerà sicuramente l'attenzione di molti. Il primo capitolo stupì a suo tempo (2004) per la grafica di qualità che proponeva e per un gameplay originale e innovativo. Il secondo capitolo invece apportava alcune novità tra cui la struttura open world del suo ambiente. Con Far Cry 3 Ubisoft ha voluto spingere al massimo e produrre un gioco che avesse un grande impatto a livello di pubblico e critica, riscuotendo un buon risultato.

Jason Brody, giovane e atletico studente americano, il protagonista dell'avventura, si trova in vacanza con gli amici nelle Rook Islands, un'arcipelago di isole paradisiache, alle prese con deltaplani, moto d'acqua e quant'altro. La vacanza procede a meraviglia fino a quando i giovani non vengono fatti prigionieri da Vaas, un criminale psicopatico a capo di una banda di pirati che controlla parte dell'isola. Il suo obiettivo è ottenere un ingente riscatto e alimentare il mercato degli schiavi. Dopo aver subito torture fisiche e psicologiche, Jason, insieme al fratello Grant, riesce a scappare dalla prigionia, assistendo però alla morte di quest'ultimo, per mano dello spietato Vaas. Alla fine della sua corsa Jason incontra Dennis, eccentrico personaggio che vede nel giovane un potenziale guerriero in grado di sconfiggere Vaas. Inizia così l'avventura di Jason nelle Rook Islands, alla ricerca degli amici ancora imprigionati e di vendetta.

Il gioco è costruito narrativamente su vari aspetti che toccano il tema della follia, caratterizzata in quasi ogni personaggio che s'incontrerà nel corso dell'avventura, elemento interessante che cattura l'attenzione del giocatore e che renderà credibile il lavoro fatto da Ubisoft per dare personalità ai personaggi, invece che puntare su una storia superlativa.



Graficamente, Far Cry 3 è uno dei giochi più interessanti sul mercato; propone un level design all'avanguardia, fluido e piacevole, tanto che non saranno rari i momenti in cui ci si fermerà sulla cima di una collina per ammirare il paesaggio sottostante. Impressionante soprattutto la vastità dell'arcipelago, esplorabile liberamente senza dover necessariamente seguire le missioni primarie. L'interazione con l'ambiente non è forse delle migliori (l'acqua un po' piatta, le piante che non si muovono al passaggio del personaggio) ma il mondo è vivo, grazie soprattutto alla presenza di nemici o alleati che girano in macchina o ai numerosi e svariati animali che compongono la fauna locale, pronta ad attaccare voi o chi oserà avvicinarsi troppo.
Inoltre, un comparto sonoro particolarmente curato e un'I.A. solida, con nemici capaci di adattarsi a voi e aggirarvi per attaccarvi di sorpresa, daranno quel qualcosa in più a un gioco già molto valido.

Oltre alla grafica e alla libera esplorazione, un punto forte di Far Cry 3 è sicuramente il gameplay. Ubisoft ha lavorato parecchio su questo elemento, proponendo un gameplay completo e interessante. Jason imparerà nuove mosse e tipi di uccisione durante il corso dell'avventura, sbloccherà armi e soprattutto avrà la possibilità di cacciare gli animali, guadagnandosi le pelli di questi ultimi, necessarie per potenziare le borse e quindi gli spazi a disposizione per armi, zaino e portafogli. Oltre ai classici movimenti (accovacciarsi, scattare,…) Jason avrà la possibilità di eseguire diverse mosse e uccisioni furtive, per la gioia degli amanti del gameplay stealth, interagendo con nemici e situazioni in diversi modi: piogge di proiettili o sottili uccisioni con il machete sono il pane di Jason che stupirà per il repertorio di azioni e armi a disposizione. Un altro elemento che sarà sicuramente apprezzato dai fan dello stile, è la possibilità di eseguire delle sequenze di uccisioni con il machete, liberando una piccola area da gruppi di nemici ignari, per esempio accoltellando il primo e tirando il pugnale di quest'ultimo al nemico successivo. Le possibilità sono quindi molteplici e soddisferanno i desideri del giocatore.
Le armi da fuoco non sono da meno e ognuna con un carattere ben preciso che, anche qui, si adatteranno alle diverse esigenze dei giocatori. Un elemento interessante e non sempre presente in questo genere di giochi è forse l'arco, utile per eseguire uccisioni dalla distanza evitando però il rumore emesso da un fucile. Per aumentare il realismo la resistenza dei nemici varia in base al loro vestiario o alle parti del corpo colpite; Jason, al contrario, sarà ben corazzato e disporrà di pozioni (create con le piante che si possono raccogliere sull'isola) o di altre tecniche per curarsi rapidamente.



Le Rook Islands saranno liberamente esplorabili, elemento che allungherà di parecchio la durata del soft, che propone un'avventura principale che tocca le dieci ore circa, se giocato abbastanza di corsa. Se invece siete amanti dell'esplorazione e la struttura open world è ciò che fa per voi, allora Far Cry 3 vedrà la sua durata allungarsi di parecchio, lasciando all'utente la possibilità di dedicarsi a missioni secondarie o all'esplorazione pura, grazie all'aiuto di macchine, fuoristrada, buggy, quad, barche, motoscafi, deltaplani e altri veicoli che incontrerete nel corso dell'avventura. Avrete la possibilità di conquistare avamposti e torri di controllo dei nemici (in stile Assassin's Creed) per aumentare l'area visibile della mappa.

Oltre a tutto ciò, Far Cry 3 offre una sezione multiplayer interessante e profonda, come non se ne vedevano da tempo. L'accento è messo sulla modalità cooperativa che presenta una vera e propria avventura secondaria con quattro personaggi e la loro storia, proponendo dinamiche interessanti all'insegna del gioco di squadra tra i giocatori online o a schermo condiviso. Certo le missioni non superano la bellezza dell'avventura del single player, ma sono comunque ben costruite e regaleranno interessanti momenti di gioco, soprattutto per chi ha apprezzato singolarmente Far Cry 3 e vuole condividere questa gioia con gli amici.

In conclusione Far Cry 3 è un gioco impressionante, capace di catturare il giocatore potenzialmente per diversi mesi, senza annoiare, ma portando sempre elementi interessanti e varietà.
Un franchise che ritorna dopo un'assenza di quattro anni, pronto a stupire e soddisfare fan vecchi e nuovi. Un'avventura intrigante all'insegna della libertà d'azione, un multiplayer solido e un gameplay ricco sono gli ingredienti che fanno di Far Cry 3 un omaggio alla follia dei personaggi e degli sviluppatori, che si sono dedicati completamente per produrre un gioco epico che vale sicuramente la pena di essere giocato.
 


"When all are one and one is all" Led Zeppelin

simon.lerose@luganonetwork.ch
Scritti: 41 articoli