2 miles recor attempt

6 maggio 1954, "The Miracle Mile": Roger Bannister corre il miglio in meno di 4 minuti!

Di Andrea Branca, 06.05.13 Today in sports

La giornata di oggi, esattamente 59 anni fa, ha rappresentato un crocevia importante per tutto il mondo dell’atletica. Il britannico Roger Gilbert Bannister in questa data ha infatti raggiunto un traguardo che, in quegli anni, si credeva assolutamente fuori dalla portata di qualsiasi atleta: correre il miglio in meno di 4 minuti!

Bannister ha invece lasciato appassionati, stampa ed addetti ai lavori letteralmente a bocca aperta nel momento in cui ha fermato il cronometro a 3 minuti e 59.4 secondi, lasciandosi così alle spalle ogni record stabilito negli ultimi 20 anni. Lo storico evento, oggi noto come “The Miracle Mile”, ebbe luogo nell’ambito di un meeting tra British AAA (oggi UK Athletics) e la Oxford University presso l’Iffley Road Track, davanti agli occhi di poco più di 3’000 spettatori.

Inizialmente Bannister aveva manifestato più volte il desiderio di non correre quel giorno, a causa di un vento contrario alla direzione di marcia di circa 40 km/h che avrebbe probabilmente reso impossibile - o perlomeno più difficoltoso - il raggiungimento del record. Il 25enne avrebbe preferito conservare le energie e tentare l’impresa in un’altra occasione ma, fortunatamente, proprio pochi minuti prima della partenza il vento cessò, e dunque Bannister si presentò regolarmente al via.

La gara iniziò come da programma alle ore 18:00 e fu interamente coperta a livello televisivo e radiofonico. In totale vi parteciparono 6 corridori, 3 rappresentanti l’università di Oxford ed altrettanti con i colori della British AAA. Roger Gilbert Bannister balzò immediatamente in testa alla corsa, contrastato solamente dalla futura medaglia d’oro olimpica, Chris Brasher.

Quest’ultimo portò a termine i primi due giri in testa alla corsa con un tempo di 1’58’’, ma dopo tre era tale Chris Chataway a comandare la gara con un tempo parziale di 3’01’’.

Quando però mancavano solamente 250 metri al termine, Bannister mise una marcia in più e riuscì a completare l’ultimo giro in meno di 59 secondi. Una volta superato il traguardo, il pubblico presente andò in visibilio, prima che lo speaker Norris McWhirter potesse annunciare a gran voce l’incredibile tempo di 3 minuti e 59.4 secondi ottenuto dall’atleta oggi 84enne.

Lo sforzo - reputato incredibile prima di quel 6 maggio da tantissimi esperti - permise a Bannister di essere il primo sportivo della storia ad essere elettro come “sportivo dell’anno” dalla prestigiosa rivista Sports Illustrated. Ancora oggi, il britannico è uno dei pochi sportivi non nordamericani ad essere stato premiato con questo importante riconoscimento.


Appassionato di sport, tecnologie e social media, quando non lavora dietro ad un monitor passa il suo tempo nelle piste di hockey.

andrea.branca@luganonetwork.ch
Scritti: 328 articoli