Nascondino a18318683

Com'è nato il gioco del "nascondino"?

Di Tina, 08.05.13 Curiosando

Oggi i bambini giocano a nascondino per divertimento, tuttavia il gioco ha origini antiche e veniva praticato anche dagli adulti.
La prima notizia del gioco del nascondino risale al II secolo d.C. dagli scritti del retore greco Polluce, che lo chiama apodidraskinda, ovvero il “gioco della fuga”. In alcune parti d’Europa si racconta che il gioco abbia origine da un rituale in occasione dell’equinozio di primavera, durante il quale adulti e bambini uscivano nei campi e nei boschi a cercare i primi segni nascosti della primavera.

Giocare a nascondino era anche abitudine di aristocratici e nobili delle Corti del ‘700, che si divertivano ad acchiapparsi e a nascondersi, probabilmente perché era uno dei pochi modi per avere dei contatti diretti con i propri o le proprie spasimanti. Rappresentava una forma di socializzazione, più che altro un passatempo per corteggiare ed essere corteggiata.


:-)


Scritti: 22 articoli