Julius erving behind the backboard lay up   youtube

11 maggio 1980, il canestro da dietro il tabellone di Julius Erving entra nella storia

Di Andrea Branca, 11.05.13 Today in sports

Nella storia di ogni sport troviamo momenti che non verranno mai dimenticati, traguardi incredibili e gesta memorabili che resteranno per sempre nella memoria degli appassionati. Per quanto riguarda il basket NBA, uno di questi è sicuramente quanto fatto da Julius Erving esattamente 33 anni orsono quando, nella finale del campionato contro i Los Angeles Lakers, ha messo a segno un canestro a dir poco incredibile.

“Dr. J” (questo il soprannome del giocatore newyorkese) con la maglia dei suoi Philadelphia 76ers era riuscito l’11 maggio 1980 a realizzare due storici punti sorprendendo la difesa avversaria tirando con un movimento incredibile addirittura da dietro il tabellone del canestro. La tecnica si è trasformata immediatamente in una sorta di marchio di fabbrica di Erving ed è diventato un’icona della pallacanestro a livello mondiale con il nome di “Legendary Baseline Move” e di “Dr. J’s layup”.

Nonostante il gesto, però, i Philadelphia 76ers finirono per perdere l’incontro con il punteggio di 111-101, con i 24 punti di Julius Erving che non bastarono a contrastare i forti Lakers guidati da Kareem Abdul Jabbar e Magic Johnson. La finalissima NBA si concluse poi con la vittoria del californiani 6 giorni dopo, quando vinsero la partita decisiva 123-107.

L’incredibile canestro di Ervin gli permise però di affermarsi come uno dei precursori di una pallacanestro moderna, il cui stile di gioco sarebbe presto cambiato anche grazie ai suoi spunti geniali sul parquet.

Dr. J ha inoltre contribuito a rendere popolare ed “eticamente accettata” la schiacciata nella NBA, con i suoi spettacolari “slam dunk” che sono riusciti a togliere la connotazione arrogante ed antisportiva di questo modo di andare a canestro. Erving ha cambiato completamente questo concetto, trasformando la schiacciata in una delle gesta più spettacolari ed apprezzate dai fans.


Appassionato di sport, tecnologie e social media, quando non lavora dietro ad un monitor passa il suo tempo nelle piste di hockey.

andrea.branca@luganonetwork.ch
Scritti: 328 articoli