2 distributori cocacola

Distributori automatici self-service

Di Sabrina Rauseo, 04.06.13 Curiosando

Pare che il primo sia stato inventato dal matematico ellenico Erone di Alessandria intorno al 219 a.C, il quale mise a punto un dispositivo automatico che distribuiva acqua per riti di purificazione nei templi, inserendo una moneta da 5 dracme. Ma è solo alla fine dell’800 che la “vending industry “- ovvero la vendita non assistita di prodotti e servizi, attraverso macchine attivate da monete o altri metodi di pagamento - inizia a prender forma. A Londra intorno al 1880 i primi automatici distribuivano cartoline, a N.Y nel 1888 le chewing-gum in palline.

Mentre in Italia l’industria del vending arriva molto più tardi, intorno al ’53, quando a Milano arrivano dagli USA i primi 10 distributori di bottigliette della Coca-Cola. Dopo la fiera campionaria di Milano nel 1962, l’Italia – grazie soprattutto  alla creazione della macchina rossa denominata E61: capace di distribuire il caffè espresso con una moneta da 50 Lire – è arrivata ad essere il primo Paese produttore mondiale di apparecchi vending! In Svizzera (Zurigo) la prima “apparizione” di un automatico la si deve alla Migros, nel 1948.

Paese che vai, usanza che trovi”: ogni Paese ha una propria idea (e legge) di cosa può e non può essere venduto negli automatici piuttosto che in negozio.


"Essere naturali è una posa difficile da mantenere" (cit.)


Scritti: 17 articoli