2480323 2290350 grid 2 13444345817362

GRID 2, torna protagonista il racing game di Codemasters

Di Andrea Branca, 01.06.13 Game of the Week

Con la nuova generazione oramai alle porte, i racing game arcade stanno vivendo i loro ultimi momenti di gloria prima di diventare uno dei classici cavalli di battaglia per il lancio delle nuove console. Proprio in questo contesto si colloca GRID 2 di Codemasters, che torna prepotentemente sul mercato dopo ben 5 anni dal primo capitolo della serie, proponendo al giocatore un titolo immediato, adrenalinico e che può vantare alcune scelte particolari decisamente azzeccate.

L'approccio proposto nella modalità single player è quello di introdurlo al gioco e condurlo per mano durante tutto il suo percorso da pilota grazie ad un contesto narrativo, negli ultimi anni diventato una componente discretamente importante anche per molti giochi di guida. Pur non spiccando per originalità, il fatto di mettervi nei panni del classico pilota sconosciuto ma estremamente talentuoso funziona alla grande. Dopo un paio di gare in cui dimostrerete di che pasta siete fatti, verrete avvicinati da tale Patrick Callahan, milionario appassionato di motori che ha il progetto di lanciare nel mondo delle corse una nuova e prestigiosa competizione: la World Series Racing.

Tramite un menù semplice e funzionale – che volta così le spalle ad un'impostazione free roaming che molti concorrenti hanno adottato negli ultimi anni – il vostro compito sarà quello di convincere a suon di vittorie i piloti migliori al mondo a prendere parte all'evento. Una grande particolarità di GRIND 2 risiede nel modo in cui verrete ricompensati per i vostri successi: i premi non consisteranno infatti in “banale” denaro ma, in un mondo sempre più caratterizzato da blog e social media, con il passare delle corse vedrete salire i vostri “fans” e “followers”, rendendovi sempre più popolare tra gli appassionati.

Partendo da gare insignificanti contro i clan locali, arriverete a sfidare in corse caratterizzate da derapate, sportellate e sprint mozzafiato le migliori organizzazioni del pianeta. Questa impostazione ha consentito agli sviluppatori di inserire all'interno del titolo un gran numero di tracciati ed ambientazioni diverse, così come tante modalità di gioco che varieranno a dipendenza di chi si andrà a sfidare. Negli USA, ad esempio, verrete sfidati in gare a tempo, mentre bazzicando per le strade di Hong Kong vanno per la maggiore le corse a checkpoint. E ancora, in Europa dovrete dare il meglio nelle sfide di sorpasso, mentre in Medio Oriente sarà necessario dare prova di grande resistenza.

Codemasters ha inoltre avuto la geniale pensata di includere un algoritmo soprannominato “LiveRoutes”, il quale si occupa di generare in maniera random i percorsi di gara, così da proporre al giocatore tracciati diversi ad ogni singola partita. Dal punto di vista delle modalità di gioco, invece, si può rimanere inizialmente spiazzati per la mancanza della libertà di scelta nelle vettura da acquistare e per l'impossibilità di modificarne le caratteristiche, feature quest'ultima presente quando si gioca in multiplayer online. Il tutto viene però bilanciato da una curva di apprendimento e da un graduale aumento della difficoltà perfettamente bilanciati, che giustifica così questa sorta di controllo delle auto a disposizione del giocatore.

Ponendo la nostra attenzione sulla grafica, GRID 2 si attesta allo stesso livello qualitativo degli ultimi prodotti della software house, questo significa dunque che il titolo vi lascerà molto spesso a bocca aperta grazie alle sue texture dettagliatissime e giochi di luce davvero pregevoli. Impeccabile anche il sistema di danni, che vi costringerà a migliorare sempre di più sino ad avere uno stile di guida pulito ed il meno possibile basato su sportellate e altri trucchetti analoghi.

Un “trucchetto” autorizzato è invece il rewind, ovvero la possibilità di riavvolgere il tempo per un numero limitato di volte, così da rimediare ad un brutto incidente giocando una seconda volta una determinata porzione di tracciato. Questo espediente è stato eliminato per ovvi motivi nel momento in cui ci si ritrova a giocare online, contesto in cui dopo un incidente la vostra auto verrà semplicemente riportata automaticamente sul circuito di gara. Nonostante questo la componente online di GRID 2 rimane di primissima fattura, questo grazie anche ad un sistema di ricompense che manterrà sempre alto l'interesse nei confronti del titolo.

In definitiva GRID 2 rappresenta un'ottimo racing game arcade, che ben riassume l'evoluzione del genere negli ultimi 6-7 anni. Il modello di guida proposto è semplicemente ma accessibile e – ciò che più conta – divertente, permettendo così a chiunque di mettersi al volante e rendersi protagonista di gare mozzafiato.


Appassionato di sport, tecnologie e social media, quando non lavora dietro ad un monitor passa il suo tempo nelle piste di hockey.

andrea.branca@luganonetwork.ch
Scritti: 328 articoli