Lugano   grasshoppers 4 1   finale coppa svizzera 1993   youtube

31 maggio 1993, il Lugano vince la sua terza Coppa Svizzera

Di Andrea Branca, 31.05.13 Today in sports

Oggi, esattamente 20 anni fa, il FC Lugano ha conquistato per la terza volta nella sua gloriosa storia la Coppa Svizzera, trofeo che in passato aveva alzato al cielo già nel 1931 e nel 1968. La memorabile partita aveva visto come avversari dei bianconeri il Grasshopper, che nel campionato di Lega Nazionale A era finito alle spalle dei ticinesi, occupando il nono posto, con un solo punto di differenza. Era dunque lecito attendersi un match incerto sino al noventesimo, ma così non fu, dato che i bianconeri di Karl Engel dominarono la finalissima imponendosi con il rotondo risultato di 4-1.

Le “cavallette”, forti di una grande esperienza dato gli addirittura 17 successi ottenuti sino ad allora nella Coppa nazionale, si presentarono allo storico Wankdorf di Berna con la convinzione di poter avere la meglio, ma gli oltre 21’000 spettatori presenti si accorsero rapidamente che il Lugano era scenso in campo con una marcia in più.

Già dopo solamente un quarto d’ora di gioco, infatti, i bianconeri avevano trovato la via della rete grazie ad un bel tiro rasoterra dalla media distanza di Andrioli, prima che al 44esimo il grande Subiat riuscisse ad ottenere il raddoppio al termine di un bel contropiede che aveva portato l’attaccante tutto solo al cospetto del portiere del GC.

Con un lancio lungo ed un bel tocco al volo di Elber, gli zurighesi al 60esimo erano riusciti a riaprire l’incontro, ma da quel momento sino al triplice fischio dell’arbitro il portiere luganese Walker non si è più fatto sorprendere. L’uomo del destino per il Lugano in quel 31 maggio era però stato Subiat che, con un colpo di testa da attaccante puro, al 72esimo aveva regalato ai suoi il gol del 3-1, ipotecando così la vittoria.

Un’assoluta perla da vedere e rivedere invece il definitivo 4-1 messo a segno allo scadere da Fornera che, da oltre 30 metri, ha fatto partire un sinistro imparabile che è finito dritto dritto alle spalle del portiere del Grasshopper. Poco dopo è invece potuta iniziare la grande festa, con il Lugano che ha potuto alzare la Coppa al cielo per la terza volta nella sua storia!


Appassionato di sport, tecnologie e social media, quando non lavora dietro ad un monitor passa il suo tempo nelle piste di hockey.

andrea.branca@luganonetwork.ch
Scritti: 328 articoli