Bandiera2

25 Giugno 1944, l’AC Bellinzona vince la gara decisiva e conquista la promozione

Di Andrea Branca, 25.06.13 Today in sports

L’AC Bellinzona è una delle società calcistiche con la più grande tradizione di tutto il Ticino e, nonostante le disavventure finanziarie che hanno colpito il club nel corso del 2013, i tifosi granata hanno oggi motivo di sorridere pensando a quanto avvenuto esattamente 69 anni orsono.

Il 25 giugno 1944, infatti, la squadra della capitale era stata capace di conquistare una storica promozione nell’allora LNA, dopo aver dominato il gruppo est del torneo cadetto. L’ACB quell’anno sbaragliò infatti ogni avversario terminando il campionato al primo posto con un totale di 38 punti, ben 7 in più dell’Aarau secondo (la vittoria in quegli anni era premiata con 2 punti, e non 3 come ia giorni nostri).

I granata si guadagnarono così il diritto di sfidare i campioni del gruppo evest, il CS International di Ginevra, che aveva mantenuto la testa della classifica lasciandosi alle spalle solamente per un punto l’altra squadra cittadina, l’Uraina-Genève-Sport. Da segnalare che anche nel gruppo ad est era presente un’altra compagine bellinzonese, ovvero il Pro Daro Bellinzona, che in quegli anni dava vita ad un’accesissima rivalità con i granata.

La sfida per la promozione si giocò così con la formula del doppio incontro, con la prima partita che andò in scena a Bellinzona e che vide le due formazioni rimandare ogni decisione lasciandosi con il risultato di 2-2.

Il match decisivo si giocò dunque il 25 giugno del 1944 in quel di Ginevra e, tra l’euforia dei ticinesi, fu il Bellinzona ad imporsi con il risultato di 3-1. Le reti vennero segnate da Morganti, Peverelli e Frigerio, che regalarono così una storica promozione nella massima serie svizzera all’ACB. A lasciare spazio al Bellinzona in NLA fu il Lucerna, relegato per essere arrivato ultimo con un bottino di soli 12 punti in 26 partite.

I granata durante l’annata agonistica 1943/44 si tolsero diverse soddisfazioni anche in Coppa Svizzera, arrivando sino ai quarti di finale prima di essere eliminati con il risultato di 1-0 dallo Zurigo (formazione che terminò al penultimo posto il torneo di NLA). Nel loro percorso l’ACB superò nell’ordine il Baden (7-0), il Locarno (4-0), il Lugano (1-0) ed il Chiasso (3-1).


Appassionato di sport, tecnologie e social media, quando non lavora dietro ad un monitor passa il suo tempo nelle piste di hockey.

andrea.branca@luganonetwork.ch
Scritti: 328 articoli