85a lg

28 giugno 1997, Mike Tyson viene squalificato per aver morso l'orecchio di Evander Holyfield

Di Andrea Branca, 28.06.13 Today in sports

Sarà per il suo carattere controverso, per la sua incredibile ferocia sul ring, oppure per i tantissimi scandali in cui è stato coinvolto, ma probabilmente Mike Tyson può essere considerato come il pugile più celebre e conosciuto degli ultimi 30 anni. Sono tanti i combattimenti che sono andati a formare, uno dopo l’altro, la sua incredibile carriera, ma indubbiamente quello andato in scena il 28 giugno del 1997 è il più famoso in assoluto!

Esattamente 16 anni fa, infatti, andò in scena la rivincita tra Mike Tyson ed Evander Holyfield all’MGM Grand Garden Arena di Las Vegas, combattimento contraddistinto dal famosissimo morso all’orecchio da parte di Tyson che costrinse gli arbitri ad interrompere l’incontro. Ma andiamo con ordine...

Nel match precedente tra i due, disputato sette mesi prima, Holyfield era stato in grado di mandare al tappeto Tyson dopo 6 round, in quella che era stata la sua seconda sconfitta per KO della carriera. Nell’occasione Holyfield dominò completamente l’avversario, trasformando il match di quel 28 giugno 1997 in una vera e propria occasione di vendetta per “Iron Mike”.

L’incontro di Las Vegas iniziò però sulla falsa riga di quello precedente, ovvero con Tyson messo alle strette dall’avversario e superato in ogni repato sull’arco dei primi due round. Il vero colpo di scena avvenne però all’inizio del terzo, quando “Iron Mike” uscì dal suo angolo senza il paradenti, dunque già intenzionato a compiere il gesto che avrebbe poi fatto scoppiare uno scandalo senza precedenti. L’arbitro però se ne accorse, costringendolo ad inserire la protezione.

Questo non scoraggiò però Tyson, che iniziò il terzo round con un furioso attacco. Con una quarantina di secondi rimanenti, Holyfied fece l’errore di appoggiarsi all’avversario che, con una veloce rotazione della testa, gli morse l’orecchio destro! La scena lasciò tutti a bocca aperta, visto che Tyson staccò addirittura un pezzettino dell’orecchio e lo sputò nel bel mezzo del ring.

L’arbitro Mills Lane rimase inizialmente disorientto dall’accaduto ma, dopo diversi minuti di interruzione, decise di far continuare l’incontro penalizzando Tyson di due punti. Inizialmente Mike cercò di giustificarsi affermando di aver colpito l’orecchio di Holyfield con un pugno, ma naturalmente nessuno gli credette.

Non appena il combattimento riprese, però, Tyson tornò immediatamente all’attacco mordendo l’orecchio sinistro di Holyfield, costringendo l’arbitro ad interrompere il match e a squalificare definitivamente il pugile, che gettò così al vento la possibilità di alzare al cielo la cintura di campione mondiale dei pesi massimi.


Appassionato di sport, tecnologie e social media, quando non lavora dietro ad un monitor passa il suo tempo nelle piste di hockey.

andrea.branca@luganonetwork.ch
Scritti: 328 articoli