7330companyofheroes2 online germanadvance

Company of Heroes 2

Di Simon Lerose, 06.07.13 Game of the Week

Quando Company of Heroes uscì nel 2006 ebbe un grande successo, grazie soprattutto alla grafica e agli elementi di gameplay all'avanguardia per l'epoca. Inevitabilmente ciò ha creato delle attese in coloro che trepidanti aspettavano il gioco che recensiamo oggi: Company of Heroes 2.

Come per il suo predecessore, il nuovo prodotto firmato Sega e sviluppato da Relic Entertainment, si svolge durante la Seconda Guerra Mondiale. In questo capitolo si lasciano da parte eventi quali il D-Day per concentrarsi sugli avvenimenti del fronte orientale, affrontando ad esempio la celebre Operazione Barbarossa, nome in codice dato dai nazisti alla campagna d'invasione della Russia.

Essendo un gioco di strategia, Company of Heroes non presenta un vero e proprio eroe che il giocatore può impersonare, tuttavia, il gioco ruota attorno ai flashback del soldato Isakovich, a partire dalla battaglia di Stalingrado per arrivare al trionfo sulla Germania.



La campagna, sviluppata magistralmente si rivela molto interessante e piacevole grazie a obiettivi diversi e variati come la scorta di alcuni carri armati, il salvataggio di alcuni soldati dalla bufera di neve, l'imboscata a veicoli e truppe nemiche o altri ancora che si rivelano originali.

Graficamente il gioco si difende molto bene, come il suo predecessore, questo Company of Heroes 2 presenta un level design curato e fedele, che aiuta il giocatore a immergersi maggiormente nell'ambientazione.

Il gioco come già detto si svolge in Russia dove non potevano mancare elementi come la neve, il ghiaccio e le bufere, elementi che sono stati intelligentemente inseriti da Relic in modo che ci si possa interagire.
Bisogna difendere le truppe mettendole al riparo dal gelo, evitare di passare su fiumi ghiacciati con i carri armati e scegliere bene i percorsi per avanzare nella bufera di neve. Tutti elementi grafici che diventano parte integrante del gameplay e portano strategia e originalità al gioco. Bisogna dire che questi non sono abbellimenti da sottovalutare; coloro che non porteranno al riparo i propri soldati rischieranno di fallire la missione prima ancora di averla cominciata.
Il ghiaccio diventa però l'elemento più interessante, in quanto può essere utilizzato a proprio favore, piazzando delle mine per far saltare un passaggio per una truppa nemica che verrà quindi rallentata.

A livello di gameplay quindi Company of Heroes 2 gioca molto su aspetti non direttamente legati all'utilizzo degli uomini, ma porta elementi nuovi come "la natura", permettendo di integrare una dimensione strategica che diventa molto interessante.

Per quanto riguarda invece la parte tattica è stato inserito quello che viene definito TrueSight, un sistema che permette al giocatore di vedere sul terreno la linea di fuoco delle truppe in modo da posizionare correttamente le sue unità.



La regola generale di Company of Heroes 2 è quella di giocare sulle emozioni del giocatore offrendo combattimenti tanto tattici quanto nervosi caratterizzati da grande tensione. A questo punto ci si accorgerà della qualità tecnica del soft: fumo che si alza dal terreno, corpi che volano da una parte all'altra, il fuoco che divora gli alberi, soldati che corrono a testa bassa per evitare i colpi del nemico,…Relic ha fatto un buon lavoro da questo punto di vista e non ha paura a metterlo in mostra.

Il gioco si divide in tre modalità: Campagna, Schermaglia e Teatro della Guerra. La prima è la classica campagna che richiederà diverse decine di ore di gioco per essere completata, insieme al Teatro della Guerra, mentre per Schermaglia se ne possono contare altre dieci.
Schermaglia si distingue per la grossa dimensione multiplayer offrendo solamente partite a squadre (quattro al massimo) contro altri giocatori o contro l'I.A., divisa poi in due modalità: Domination, dove bisogna catturare e difendere determinati punti strategici della mappa, mentre la seconda modalità ha come obiettivo quello di attaccare e distruggere la base nemica. Ogni volta verranno sbloccati vari bonus utili alle truppe o dei generali che torneranno utili in azione grazie a dei poteri speciali che possono usare.



La modalità Teatro delle Guerra invece comprende 18 missioni divise tra Germania e Russia che non sono inserite nella Campagna, anche se sono comunque interessanti e variate.

In conclusione Company of Heroes 2 è un gioco non esente da difetti, ma che si possono dimenticare facilmente se ci si concentra sulla giocabilità e la grafica del soft, elementi che renderanno l'esperienza di gioco molto piacevole.
In generale Company of Heroes 2 è un eccellente gioco di strategia che offre una Campagna di ottimo livello, elementi di gameplay originali e ben pensati, un'azione intensa e una grafica molto valida, ingredienti che bastano a posizionarlo ai primi posti del genere strategico.
 


"When all are one and one is all" Led Zeppelin

simon.lerose@luganonetwork.ch
Scritti: 41 articoli