800px italia82

11 luglio 1982, la storica esultanza di Tardelli nella finale del Mondiale

Di Andrea Branca, 11.07.13 Today in sports

Il calcio è pieno zeppo di momenti storici e personaggi che sono diventati delle vere e proprie icone a livello mondiale. Uno di loro - soprattutto nella vicina Italia - è indubbiamente Marco Tardelli, la cui esultanza in occasione della rete segnata nella finalissima del Mondiale 1982 si è trasformata in un simbolo indelebile del calcio azzurro. Quella storica partita è avvenuta esattamente 31 anni orsono, l’11 luglio del 1982.

L’Italia si conquistò il diritto di giocarsi il titolo di campione superando per 2-0 la Polonia nella semifinale, dopo che gli stessi polacchi erano riusciti a lasciarsi alle spalle gli azzurri durante la fase a girone per un punticino, sebbene lo scontro diretto finì sullo 0-0. Avversari della Nazionale allenata da Enzo Bearzot erano i tedeschi della selezione della Germania Ovest, i quali avevano superato nella partita precedente la Francia per 5-4 ai rigori.

L’Italia in occasione della finalissima dovette modificare leggermente l’assetto e la composizione della propria formazione, visto che Antognoni era dato indisponibile, mentre un infortunio costrinse Graziani a lasciare il campo da gioco dopo solamente otto minuti di gioco. Nonostante questo, però, gli azzurri si fecero decisamente preferire nel corso del primo tempo, anche se la pressione offensiva esercitata venne vanificata da un rigore sbagliato da Cabrini.

Quell’episodio avrebbe potuto dare coraggio alla squadra tedesca, che si ripresentò invece in campo ancora più timorosa rispetto ai primi 45 minuti. Logica conseguenza fu la rete d’apertura firmata da Rossi, il quale insaccò dopo bel cross di Gentile. La Germania Ovest tentò di reagire con un’iniziativa di Hrubesch, ma le loro speranze di impattare la contesa vennero rimandate immediatamente al mittente dal tiro dal limite di Tardelli, che valse all’Italia il 2-0.

La sua esultanza... o meglio, il suo urlo di gioia, divenne una vera e propria icona di quei Mondiali 82 e, più in generale, dell’intero movimento calcistico della vicina penisola. La partita si chiuse poi definitivamente quando Altobelli mise la firma sul 3-0, rete a cui fece eco qualche minuto dopo il punto della bandiera di Breitner.

Tutto era però oramai deciso! L’Italia vinse il suo terzo mondiale in trionfo, con Paolo Rossi che si laureò anche miglior marcatore della manifestazione con 6 reti all’attivo!


Appassionato di sport, tecnologie e social media, quando non lavora dietro ad un monitor passa il suo tempo nelle piste di hockey.

andrea.branca@luganonetwork.ch
Scritti: 328 articoli