Thorn1 articlelarge v2

19 luglio 1858, per la prima volta viene fatto pagare il biglietto ad un evento sportivo

Di Andrea Branca, 19.07.13 Today in sports

Al giorno d’oggi il biglietto di accesso agli eventi sportivi rappresenta uno degli introiti più importanti per le varie società, a cui si aggiungono solitamente quelli degli sponsor ed i diritti televisivi.

Il fatto di richiedere agli spettatori il pagamento di una somma in denaro per assistere alla sfida tra gli atleti in campo è però una “pratica” che ha delle radici ben radicate nel tempo, tanto da costringerci a guardare addirittura sino a 155 anni orsono per trovare la prima partita il cui accesso era regolato da un biglietto.

Il 19 luglio del 1858 (alcuni fonti fanno invece riferimento al 20 luglio, ma in questo senso le informazioni sono purtroppo frammentarie) si è infatti giocata una partita di baseball presso il Fashion Race Course di Long Island (New York), la quale è considerata la prima in cui il pubblico ha dovuto acquistare un ticket.

Le due squadre che si presentarono sul diamante erano state formate sul momento prima del match, cercando di rappresentare nel miglior modo possibile la città di New York ed il quartiere di Brooklyn.

Alla partita si presentarono all’incirca 1’500 spettatori, tra appassionati e semplici curiosi, che accettarono la novità di dover acquistare il diritto di assistere all’incontro. In totale l’incasso fu approssimativamente di 750 dollari, cifra che spianò la strada anche alle altre società sportive verso una tipologia di introito che si è poi rivelata fondamentale per lo sviluppo di ogni tipo di sport.

Per la cronaca, a vincere quella partita fu la selezione di New York, capace di superare di 4 punti i giocatori di Brooklyn. Il baseball si è poi evoluto in maniera incredibile a New York, città che vanta una delle squadre più famose ed iconiche del mondo, ovvero gli Yankees (fondati nel 1901). Nella grande mela vi è inoltre una seconda squadra che milita nella MLB, i New York Mets, fondati però solo nel 1961.


Appassionato di sport, tecnologie e social media, quando non lavora dietro ad un monitor passa il suo tempo nelle piste di hockey.

andrea.branca@luganonetwork.ch
Scritti: 328 articoli