800px thomas luthi

21 luglio 2002, il giovane svizzero Thomas Lüthi debutta ufficialmente nella 125

Di Andrea Branca, 21.07.13 Today in sports

Il mondo dei motori e, più in dettaglio, del motociclismo non ha visto molti protagonisti rossocrociati nel corso degli ultimi anni, ad eccezione di Thomas Lüthi, pilota capace di distinguersi sin da giovanissimo e che da oltre un decennio tiene alta la bandiera svizzera.

L’oggi 26enne Thomas Lüthi aveva infatti iniziato la sua carriera prestissimo, salendo già da bambino in sella alla sua minimoto e ottenendo nel 1997 il titolo di campione nazionale e, due anni più tardi, anche il primato a livello europeo. È però stata la giornata di oggi - il 21 luglio - che ha segnato per il ragazzo di Oberdiessbach un passo fondamentale tra i professionisti delle due ruote, visto che esattamente 11 anni orsono Lüthi ha fatto il suo debutto ufficiale nel Motomondiale nella categoria delle 125.

L’occasione era quello del Gran Premio di Germania sul circuito del Sachsenring che, per quel che concerneva la Moto GP, aveva visto trionfare Valentino Rossi davanti al connazionale Max Biaggi. Poco ci importa, però, perchè di quella nona prova del campionato 2002 ci interessa soprattutto la gara di Thomas Lüthi che, in sella alla sua Honda, ha vissuto uno delle giornate più memorabili della sua vita.

A vincere la corsa di quel 21 luglio 2002 fu il francese Arnau Vincent, mentre il “nostro” pilota si piazzò al 26esimo rango su 37 partecipanti (4 dei quali furono però costretti a ritirarsi). Dopo 27 giri il rossocrociato aveva infatti accumulato un ritardo dal primo classificato di 1:28.884, riuscendo però a migliorare la sua posizione di 6 posti rispetto alla griglia di partenza, che lo aveva visto iniziare la gara al 33esimo slot.

Sempre nello stesso anno, grazie ad una ghiotta opportunità datagli sempre dalla Honda in sostituzione di Jakub Smrz, Lüthi ottenne anche un ottimo nono posto nel Gran Premio del Portogallo (gara che si corse su un circuito bagnato dalla pioggia, per giunta!), risultato che gli permise di terminate la stagione al 27esimo posto e di lanciare al meglio la sua carriera.


Appassionato di sport, tecnologie e social media, quando non lavora dietro ad un monitor passa il suo tempo nelle piste di hockey.

andrea.branca@luganonetwork.ch
Scritti: 328 articoli