5125673420 9fba071cba z

25 luglio 2007, Ruby Belge si laurea campione mondiali dei pesi welter

Di Andrea Branca, 25.07.13 Today in sports

Era stato definito dagli esperti del settore come “un autentico capolavoro” il match di cui si era reso protagonista il pugile luganese Ruby Belge esattamente 6 anni orsono, quando aveva sconfitto ad Ascona l’ucraino Sydorenko e conquistato il titolo di campione del mondo dei pesi welter!

Il 25 luglio del 2007 ha infatti rappresentato uno dei punti più alti mai raggiunti dalla boxe ticinese, che con Belge aveva trovato un atleta in cui identificarsi e grazie al quale appassionarsi ad una disciplina non troppo diffusa alle nostre latitudini. Certo, molti di noi avevano probabilmente seguito in TV i grandi incontri dei pesi massimi, oppure si erano emozionati davanti ai film di Rocky Balboa, ma raramente il Ticino si era trovato così vicino al mondo della boxe.

Ruby Belge è invece riuscito a coronare il suo sogno davanti al tutto esaurito della Palestra Nuova di Ascona, dove il ticinese ha saputo proporre una strategia ragionata, “fredda” ed elevata all’ennesima potenza dalla sua abilità di evitare con maestria i colpi dell’ucraino. Gioco di gambe e grande velocità, infatti, sono state le basi del trionfo, con l’atleta locale che ha saputo reagire al meglio ai (pochi) momenti difficili grazie ad un grande pubblico - più di 1’000 i presenti! - che lo ha sostenuto a gran voce.

La classe di Belge è ad ogni modo venuta a galla con il passare dei minuti, con il suo avversario che ha iniziato vistosamente a boccheggiare e ad attaccare il luganese in maniera avventata e confusa. Giusto ed unanime, di conseguenza, il verdetto finale dell’incontro (119-109, 120-108,119-107), che ha rappresentato per Belge una grande ciliegina sulla torta dopo le 16 vittorie consecutive ottenute in precedenza. In quel 25 luglio, infatti, il palmares di Belge era ancora immacolato.

Dopo la grande tensione dell’incontro - ed alcuni momenti “sporchi” a causa delle provocazioni di Victor Sidorenko - c’è stato finalmente spazio per i festeggiamenti e per le emozioni, che hanno travolto un Ruby Belge diventato improvvisamente il campione del mondo de pesi welter.

Felicissimi anche l’allenatore Federico Beresini ed il presidente del Boxe Club Ascona, Michele Barra, che hanno visto il loro pupillo arrivare all’apice della sua categoria proprio in quella palestra in cui aveva passato innumerevoli ore tra allenamenti e teoria.


Appassionato di sport, tecnologie e social media, quando non lavora dietro ad un monitor passa il suo tempo nelle piste di hockey.

andrea.branca@luganonetwork.ch
Scritti: 328 articoli