Cascate sangue ghiacciaio

Lo sapevi che i ghiacciai sanguinano?

Di Sofia Cripotos, 27.08.13 Curiosando

La cascata di sangue del ghiacciaio Taylor in Antartide, fu scoperta nel 1911 da alcuni geologi.
È stata battezzata così proprio per l’insolita colorazione rossastra. Alimentata da un bacino d'acqua ricco di sale e ferro sepolto sotto la coltre di ghiaccio, assume il tipico colore quando le sue acque risalgono in superficie e il ferro si ossida a contatto con l'ossigeno atmosferico. Ma perché accade?

Inizialmente gli scienziati pensavano che il rossore dipendesse dalla presenza di alghe rosse, come accade nell’oceano australiano.

Dopo anni di analisi chimiche e biologiche fu svelato il "mistero" dell'acqua color sangue, i ricercatori hanno individuato una particolare comunità microbica, che ha popolato il bacino - situato a una profondità di circa 400 metri - quasi 2 milioni di anni fa, quando lo specchio d'acqua rimase intrappolato sotto la spessa coltre di ghiaccio. Il ferro, responsabile della colorazione della cascata, è un prodotto del metabolismo di questi microbi, che si sono evoluti in modo tale da riuscire a sopravvivere nell’ostile ambiente.


"Un giorno la paura bussò alla porta, il coraggio si alzò e vide che non c'era nessuno." M. Luther King


Scritti: 17 articoli