Magic bird

9 agosto 1992, dopo aver vinto l’oro alle Olimpiadi, il grande Larry Bird decide di ritirarsi

Di Andrea Branca, 09.08.13 Today in sports

La NBA è al giorno d’oggi largamente la lega di basket più popolare al mondo, tanto da essere seguita da ogni appassionato del pianeta e capace di diventare con gli anni uno degli sport più seguiti in assoluto negli Stati Uniti. La situazione non è però sempre stata così, visto che negli anni ‘70 la lega era afflitta da seri problemi di affluenza negli stadi, ed anche l’interesse dal punto di vista televisivo era in caduta vertiginosa.

Assieme al leggendario Magic Johnson, uno dei principali artefici della rinascita - prima - e dell’autentica esplosione di popolarità - poi - della NBA è stato sicuramente il mitico Larry Bird, con i due che diedero vita ad una storica rivalità individuale e tra Los Angeles Lakers e Boston Celtics.

Esattamente 21 anni fa però, il 9 agosto 1992, Larry Bird decise di ritirarsi dal basket NBA, lasciando i tifosi dei Boston Celtics orfani di una figura che è stata e continua ad essere da esempio ed ispirazione. Bird maturò la sua decisione dopo aver vinto la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Barcellona nel 1992, dove era uno dei tanti campioni che componeva il “Dream Team” più forte di sempre.

Il giocatore nato a West Baden, Indiana, chiuse la sua carriera di 13 anni nella NBA dopo aver giocato 897 partite e totalizzato una media di 24.3 punti, 10 rimbalzi e 6.3 assist. Le sue prestazioni fenomenali sono rispecchiate anche dalle statistiche di tiro, con un 49.6% generale ed un 37.6% dalla linea dei tre punti, a cui si aggiunge anche un 88.6% nei tiri liberi.

Il motivo del suo ritiro è da rincodurre in particolare ai continui problemi ed acciacchi fisici del giocatore, specialmente legati alla schiena. Già nel campionato 1990-91, infatti, fu costretto a saltare 22 partite, e si dovette poi sottoporre ad un operazione all’ernia del disco che lo costrinse a guardare dalla tribuna anche 37 incontri della stagione successiva.


Appassionato di sport, tecnologie e social media, quando non lavora dietro ad un monitor passa il suo tempo nelle piste di hockey.

andrea.branca@luganonetwork.ch
Scritti: 328 articoli