Eternal sunshine of the s 006

Eternal Sunshine of the Spotless Mind - La straordinarietà di un amore qualunque

Di Chiara Gaiani, 26.05.14 24 Fotogrammi

Eternal Sunshine of the Spotless Mind racconta la sorridente tenerezza che solo due imperfetti amanti si sanno dare, nell’ordinario di un amore semplice e senza pretese.

Lei – “una ragazza incasinata in cerca della sua pace mentale” – e lui – annoiato, senza domande perché rinchiuso in una quotidianità che taglia le gambe, di cui si accontenta – si incontrano per la prima volta sulla spiaggia di Mountak, New York, dove si ritrovano guardandosi, come se si fossero da sempre aspettati.

Due anni e qualche litigata più tardi, Clementine decide di cancellare Joel dalla sua memoria e Joel farà lo stesso, grazie alla clinica Lacuna Inc. I ricordi si dissolvono per sempre: volti risucchiati dal buio, luoghi sottratti alla propria concretezza… ma un uomo senza ricordi è un uomo senza dolore?

Le inquadrature mai stabili, che tremano come la mano di chi le crea, inseguono i protagonisti tra il presente vivo e i ricordi passati. Le scene, piccoli atti teatrali, si succedono con l’inquietudine di chi cerca se stesso. Memoria e realtà si mescolano senza pudore cronologico.

Il film interroga sul valore della memoria e sulla verità dei rapporti d’amore, rapporti che tante volte sembrano essere dati piuttosto che cercati, ritrovati piuttosto che creati dal nulla. Inevitabilmente infatti Clementine e Joel si incontrano e si rincontrano. Si amano. Si fuggono. Sanno la finitezza dei loro volti, ne conoscono l’infinità di limiti e difetti…perché stare insieme?

La coppia Carey e Winslet incarna la drammaticità e la bellezza di un amore umano e perciò imperfetto. Non è la favola di un amore da film, ma la storia del “banale” amarsi di noi comuni mortali: ecco perché il film commuove e convince più di ogni commedia romantica ben costruita.


Cerca l'ignoranza del contadino e il sorriso nel cielo.


Scritti: 6 articoli