Millcross3 600x335

The Mill and The Cross - Il silenzio dei colori in un film

Di Chiara Gaiani, 07.04.14 24 Fotogrammi

Il mio dipinto dovrà raccontare molte storie. Ed essere grande abbastanza da contenere tutto. Ogni cosa e ogni persona.” [ personaggio che nel film personifica Bruegel ]

Raccontare il quadro Salita al calvario di Bruegel in un film: Lech Majewski riesce in questo progetto ambizioso con una perla che tanto ha da dare anche a chi si avvicina all’arte del pittore fiammingo.

Il film non è un tentativo di spiegare il quadro, di razionalizzarne la genesi. La lingua che parlano è la stessa, perché Majewski lascia semplicemente che il quadro accada e dunque non lo sconfessa, né lo esaurisce.

Il silenzio e il tempo dell’opera sono scanditi dal lento macinare del mulino che svetta sopra persone e paesaggio, gioie e strazi, violenze e carità. Un meccanismo perfetto e ingegnoso, che tutto vede e tutto dirige con freddo rigore. “È l’asse attorno a cui tutte le persone ruotano intorno alla vita e alla morte. Il mugnaio si limita a restare lì e guarda dall’alto senza intervenire. Egli è il grande mugnaio del cielo che macina il pane della vita e del destino” [ personaggio che nel film incarna Bruegel ].

Siamo nelle Fiandre del XVI secolo, al tempo delle repressioni religiose da parte degli spagnoli. Gli sguardi raccontati e accennati sono molti. Dà forma al resto quello di una Madonna contemporanea (interpretata da una splendida Charlotte Rampling) sul Figlio condannato. La Croce e il fatto cristiano sono raccontati e vissuti come attuali, non estranei alla realtà raccontata, ma parte di essa.

Dalle poche parole dette al rumore di passi pesanti che salgono le scale; dal vociare festoso dei bambini al dolore acuto di una madre; dal lento alzarsi dal letto di una donna vecchia al violento uccidere una donna: tutto viene raccontato, tutto ha un’intensità, una dignità e una carica di significato misterioso ma tangibile, che in pochi altri film è possibile trovare. Ogni scena potrebbe sussistere in sé e allo stesso tempo la si avverte come filo di una ragnatela più vasta. 


Cerca l'ignoranza del contadino e il sorriso nel cielo.


Scritti: 6 articoli