5340413455 2c5dbfdda3 z

15 settembre 2004, viene confermato ufficialmente il secondo lockout NHL della storia

Di Andrea Branca, 15.09.13 Today in sports

Nel corso dello scorso campionato di hockey anche in Svizzera abbiamo potuto apprezzare tantissime stelle della NHL scese in pista con le maglie di tutte le squadre di NLA, rendendo immediatamente evidente la classe dei migliori giocatori al mondo.

La loro presenza alle nostre latitudini era dovuta dal chiacchieratissimo “lockout”, una situazione scaturita dalla mancanza di un accordo tra la lega nordamericana e l’associazione dei giocatori (NHLPA), che non riuscirono entro i termini a rinnovare il contratto collettivo di lavoro (CBA) che lega le due parti.

La situazione non è però da considerarsi come un evento così straordinario, dato che già nel 1994 e poi nel 2004 si era presentato lo stesso identico problema. Proprio nella data di oggi - nel 2004 - veniva infatti confermato ufficialmente dal commissario della lega, Gary Bettmann, il secondo lockout della storia NHL, il quale risultò alla cancellazione dell’intero campionato!

Annunciato a poco meno di un mese dal via della regular season, infatti, NHL ed NHLPA non riuscirono nemmeno entro la fine dell’anno a trovare un compromesso, provocando così per la prima volta la non-assegnazione della Stanley Cup. Il lockout durò un totale di 10 mesi e 6 giorni, partendo proprio il giorno dopo l’annuncio ufficiale, ovvero il 16 settembre.

In totale vennero perse 1’230 partite, con i negoziati che finalmente arrivarono ad una soluzione il 13 luglio 2005. Il lockout fu dichiarato concluso 9 giorni più tardi.


Appassionato di sport, tecnologie e social media, quando non lavora dietro ad un monitor passa il suo tempo nelle piste di hockey.

andrea.branca@luganonetwork.ch
Scritti: 328 articoli