Thelma20and20louise

Thelma & Louise

Di Sara B., 14.10.13 24 Fotogrammi

Thelma&Louise due donne e un’avventura, la strada e la ricerca della libertà.

Un film che è diventato un mito, un capolavoro senza tempo, in cui ogni sua componente è un'equilibrata commistione, un’unione perfetta di elementi.
Bellissima la sceneggiatura che mischia momenti drammatici a spunti umoristici, con dialoghi mai banali e mantiene sempre alta la tensione.
Grandioso Ridley Scott per aver saputo “catturare” in immagini le emozioni, così da mostrarcele in tutta la loro intensità e ovviamente ottimo il lavoro fatto dalla fotografia che ritrae i maestosi paesaggi, sconfinati e selvaggi, lungo le polverose strade del South.
La colonna sonora è impeccabile e contribuisce a fare entrare lo spettatore ancor più in empatia con gli avvenimenti, memorabile la musica che accompagna l'ultima sequenza del film, il momento culmine destinato a rimanere impresso per sempre nella storia del cinema.


E dulcis in fundo, meravigliose loro, le due protagoniste, Geena Davis e Susan Sarandon, affiatatissime, autentiche e completamente nella parte.

Ridley Scott va oltre ogni genere e ci regala un film cult che rimarrà per sempre impresso nella memoria, come si può dimenticare lo sguardo d’intesa tra Thelma e Louise prima di lanciarsi con la loro Ford Thunderbird azzurra nel Grand Canyon?

Era il 1991 quando la pellicola uscì nelle sale e si parlò di manifesto al femminismo, in modo errato, perché  di certo questa storia non parla di emancipazione femminile, tutt’altro. Thelma e Louise sono schiacciate da un mondo maschilista, una (Thelma) casalinga sottomessa al marito di cui ne è quasi schiava, l’altra (Louise) cameriera sul punto di rottura e con un passato segnato da violenza. Sono creature fragili che loro malgrado si trovano a vivere quest’avventura, un’odissea che non è altro che una fuga da uomini arroganti e violenti. Un vortice di avvenimenti che le investe e le costringe a scappare, ma la corsa verso la libertà si rivela impossibile da realizzare e le porta verso un finale tragico. E’ una spirale senza via d’uscita.

Thelma e Louise i loro momenti di ribellione e di felicità li pagano con la vita. Di certo quindi non si può parlare di emancipazione!

Piuttosto il film parla di amicizia e solidarietà femminile, di due donne che trovano la forza l’una nell’altra per ribellarsi alle frustrazioni e le umiliazioni subite, insieme riescono a riscattarsi da un triste passato dove gli è stata negata la possibilità di scelta, di sognare e di realizzarsi.

Un senso di libertà che non è destinato a durare, almeno non in questo mondo dove non vi è altra alternativa che la morte.

Thelma e Louise diventano le nostre eroine e il loro viaggio una leggenda.
E' il potere di un film di divenire un mito sempre presente.

La risata degli ultimi fotogrammi, immortalata nell'immaginario collettivo delle generazioni cinematografiche a venire, non è follia, né un cedimento momentaneo e irreversibile all'emotività, ma la più alta affermazione di dignità e libertà.” Da mymovies.

 

Citazione:

"Senti Louise… non torniamo indietro!"

 

Curiosità:

Il viaggio di Thelma &Louise inzia in Arkansas e prosegue passando attraverso l’Oklahoma e il Colorado per finire in Arizona, ma in realtà è stato girato nei pressi di Bakersfield, a nord di Los Angeles, e principalmente nello stato dello Utah.
La location della ripresa finale non è il Grand Canyon ma il Dead Horse Point dello State Park in Utah!


Appassionata di cinema, amante delle lettere. Immagini e parole che riempiono la vita. «Il cinema è il nastro dei sogni» Orson Welles.

sarabarnabeo@gmail.com
Scritti: 9 articoli