Shining 4

Perché ci piacciono i film horror?

Di Sofia Cripotos, 12.10.13 Curiosando

Avete sicuramente visto almeno una volta nella vostra vita un film dell’orrore, anche solo per curiosità. Il titolo “Psycho” vi ricorda qualcosa? Molti spettatori, ancora oggi, non possono fare a meno di controllare dietro la tenda prima di concedersi una doccia.

La visione di film spaventosi stimola la produzione di adrenalina, un ormone rilasciato in quelle situazioni dove è alto il rischio per la propria incolumità! Con l’adrenalina il corpo ottiene un aumento del livello di energia disponibile, aumentando riflessi, forza, velocità, aggressività, e diminuendo la percezione del dolore. L’adrenalina viene prodotta anche in situazione di attività e sport estremi: sulle montagne russe, praticando Sky-Diving, Bungee Jumping, ecc. L’adrenalina può diventare quindi, per i suoi effetti sul sangue e di conseguenza sull’organismo, una forma di “droga” che dà dipendenza sia mentale che fisica.

Un esperimento del 1986 ha dimostrato che guardare film horror può risultare piacevole per la coppia. Davanti allo schermo i due partner appaiono più attraenti agli occhi dell’altro: le ragazze reagiscono come delle damigelle impaurite che si gettano tra le braccia del “cavaliere” pronto a difenderle.

Psicologicamente, guardare film di questo genere è un modo per allontanare le paure senza affrontarle, sapendo che le scene sono di finzione e quindi non reali.
Altri invece provano sollievo vedendo che il protagonista sta peggio di loro.

Ma allora, se spesso non sono considerati realistici, perché esistono film dell’orrore basati sulle storie vere?


"Un giorno la paura bussò alla porta, il coraggio si alzò e vide che non c'era nessuno." M. Luther King


Scritti: 17 articoli