Oled earlyproduct

Smartphone elastico

Di Gabriele Scanziani, 06.06.13 Incredibles

Immaginate una tecnologia flessibile, nel vero senso della parola. Immaginate gli schermi dei vostri smartphones produrre luce propria. Fantascienza? No, è realtà e non è nemmeno troppo lontana.

La tecnologia in questione si chiama OLED, acronimo di Organic Light Emitting Diode ovvero diodo organico ad emissione di luce. I display OLED, a differenza di quelli a cristalli liquidi, non richiedono componenti aggiuntivi per essere illuminati, ma producono luce propria. Ciò permette di realizzare display molto più sottili e addirittura pieghevoli o arrotolabili, e che richiedono minori quantità di energia per funzionare.

La Samsung, insieme ad altri colossi dell’elettronica mondiale, sta sperimentando la nuova tecnologia ed è già riuscita ad adattarla allo schermo di alcuni smartphone di futura fabbricazione. Preparatevi quindi ad arrotolare i vostri display nella tasca dei jeans fra qualche anno.
 


Giornalista non tesserato, appassionato di black music e delle sue varie sfumature. Attore, ballerino, presidente. Non sono nessuna di queste cose.

gabriele.scanziani@agendalugano.ch
Scritti: 163 articoli