Def miagolio

Perché i gatti miagolano?

Di Sofia Cripotos, 15.10.13 Curiosando

Il gatto è la specie carnivora che maggiormente utilizza i suoni vocali per comunicare. È un animale fortemente sociale (anche se spesso si dice il contrario) e utilizza il miagolio per comunicare con gli altri gatti e per raggrupparsi, soprattutto essendo un animale notturno e potendo contare meno sull’aspetto visivo.

Il miagolio è un vero e proprio linguaggio, pure piuttosto sofisticato, che permette al gatto di comunicare i propri bisogni. Ogni gatto ha il proprio timbro di voce, come noi umani, permettendo al padrone più attendo di distinguere i propri amici. Inoltre ogni micio ha il proprio carattere anche a livello comunicativo, c’è quello più silenzioso e quello logorroico! Infine conta anche la razza: razze diverse hanno miagolii diversi. I gatti siamesi, ad esempio, sono noti per i loro lamenti striduli.

Vediamo di capirci qualcosa di più. Di base il gatto emette un “miao” quando vuole attenzione. Se miagola e cammina avanti e indietro per la cucina vuol dire che ha fame. Se lo fa appena il padrone torna a casa è perché è felice di vedere il suo amico e vuole essere coccolato. D’altra parte il miagolio può essere anche emesso quando ha paura, quando è spaventato o anche arrabbiato. Se si osserva un gatto mentre sta litigando, si nota che non è un semplice “miao” carino ma piuttosto un grido accompagnato da un suono tipo “mmmm”. Sommato al soffiare significa che il gatto avversario è nel proprio territorio o semplicemente vuole fargli capire che è più forte.

L'elenco dei suoni che può emettere un gatto sarebbe, ovviamente, ancora molto lungo, ma un padrone attento saprà interpretare i suoni del suo amico per farlo stare al meglio.


"Un giorno la paura bussò alla porta, il coraggio si alzò e vide che non c'era nessuno." M. Luther King


Scritti: 17 articoli