9994289386 94a8354e66 c

26 marzo 2000, ACB e Lugano tornano a sfidarsi dopo 8 anni!

Di Andrea Branca, 26.03.14 Today in sports

Ci sono voluti addirittura otto anni di pazienza prima di rivedere Bellinzona e Lugano sullo stesso campo ma, nell’ambito del girone di promozione e relegazione, il 26 marzo 2000 il “derby ticinese” per antonomasia è ritornato finalmente protagonista del calcio regionale.

La sfida, giocatasi al Comunale di Bellinzona davanti ad una bella cornice di pubblico di 7’200 spettatori, non ha deluso le aspettative dei tifosi presenti che - malgrado il match sia terminato con uno 0-0 - hanno potuto assistere ad una partita gradevole e combattuta sotto la pioggia battente della Capitale.

Nonostante ogni pallone scagliato verso la porta avversaria potesse rappresentare un potenziale pericolo dato le condizioni climatiche, ad avere la meglio sui rispettivi attacchi sono stati i reparti arretrati, abili nel chiudere la saracinesca con i granata guidati da uno strepitoso Mensah ed i bianconeri particolarmente ispirati nonostante il modulo a tre difensori.

A stupire tifosi e giornalisti era stato nell’occasione il Bellinzona che, dopo aver rimediato pochi giorni prima una dura sconfitta in casa dello Zurigo, era riuscito davanti ai propri sostenitori a riacquistare un’insospettabile solidità. L’allenatore Gianni Dellacasa aveva infatti optato per un 4-5-1 ottimamente organizzato e reso pericoloso anche in avanti dalla presenza di Türkylmaz, tra tutti i giocatori in campo quello che ha sfiorato più da vicino il gol.

Il punto racimolato non permise però al Bellinzona, a conti fatti, di ottenere la promozione nella massima divisione. Il Lugano, dal canto suo, terminò al primo posto il girone salvezza e mantenne così il suo posto in Lega Nazionale A.


Appassionato di sport, tecnologie e social media, quando non lavora dietro ad un monitor passa il suo tempo nelle piste di hockey.

andrea.branca@luganonetwork.ch
Scritti: 328 articoli