Pietre mobilil jon sullivan  wikimedia

Le pietre vaganti della California

Di Tatiana Dosières, 25.11.13 Curiosando

Sulla terra esistono veramente fenomeni misteriosi, uno di questi è  il mistero delle rocce di varie misure che se ne vanno a spasso per distesa secca della California, le cosiddette “Sliding Rocks”.
La Playa asciutta e dura in questione si chiama “Racetrack Playa”, situata nella “Death Valley” (Valle della morte), lunga 4 km e larga 2 km. Il fondo del parco, ciò che resta di un antico lago, è perfettamente piatto ed è fatto di fango asciutto, inaridito, che si è rotto in piccoli perfetti ottagoni e pentagoni

Sulla distesa si vedono alcuni radi massi (oggi si fatica a localizzarne più di tre o quattro) e la maggior parte di essi è all'estremità di una traccia che fa pensare che abbia "camminato", talvolta con andamento grosso modo rettilineo, talvolta circolare. Le pietre, di grandezza variabile dai pochi grammi a mezza tonnellata, iniziano a muoversi in genere ogni 2/3 anni e continuano a spostarsi per 3/4 anni, lasciandosi alle spalle dei solchi scavati nel terreno.
In questa zona piove raramente, ma certe condizioni atmosferiche, come la pioggia o la nebbia fitta o la rugiada rendono il fango del fondale scivoloso e bagnato. Sommato alla forza dei venti che talvolta raggiungei 145 km/h si può dedurre che sia proprio il vento a spingere in giro questi massi. Ma allora perché queste rocce non percorrono tutte la stessa direzione?

Piratescott, Flickr


Le “Sliding Rocks” sembra siano un vero rompicapo per i geologi e ricercatori, anche perché nessuno è mai riuscito a vedere questo fenomeno a occhio nudo, pertanto sono tutte teorie ipotizzabili.

Altre ipotesi chiamano in causa il campo magnetico terrestre e i terremoti, mentre i più scettici arrivano a supporre che il loro spostamento sia opera di qualche addetto ai lavori per attrarre i turisti.

Come dice bene il proverbio, “chi non ha testa…ha gambe”!

Immagine: Jon Sullivan, Wikimedia


=)


Scritti: 38 articoli