Michele d'anna

Conoscete il latte di asina?

Di Eliana, 26.11.13 Curiosando

Avete mai sentito parlare o visto prodotti al latte di asina?

Si dice che già dall’Antico Egitto il latte di asina venisse usato sia per usi alimentari sia come elisir di bellezza. Cleopatra pare si facesse i bagni nel latte di asina, Ippocrate (padre della medicina) invece, lo utilizzava per addolcire la pelle e per tener lontano gli eritemi.

A distanza di secoli, oggi è moto utilizzato nella cosmesi, vista la grande quantità di vitamine che possiede, ed è un ottimo idratante anche per le pelli più sensibili e delicate.
Ci sono però due aspetti che limitano la diffusione di questo latte, la prima è la difficile reperibilità, la seconda il prezzo elevato (circa 15€ al litro).

Immagine: Richard, flickr

Il latte di asina può essere prodotto solo in allevamenti specializzati, e l’asina non produce più di un litro, un litro e mezzo di latte al giorno. A differenza delle altre specie animali, nel suo latte è presente materia grassa e proteine, è ricco di lattosio, calcio e lisozima (proteina naturale antibatterica) ha gli Omega 3 e 6 e tantissime vitamine (A, B1, B2, C, D e E).
A livello biochimico il latte d’asina e quello che si presenta il più simile al latte materno!
Il latte di asina è caduto in disuso anche per l’allettante alternativa che propone il latte artificiale, in grado di riprodurre la composizione nutritiva del latte materno, sia in quantità che in qualità.

Immagine: Michele D'Anna,flickr


<*>


Scritti: 29 articoli