Swiss samichlaus

Sulle tracce di San Nicolao

Di Antonia, 06.12.13 Curiosando

In tanti villaggi della Svizzera centrale e di altri Paesi nordici il 6 dicembre vedrete sfilare San Nicolao, un vecchietto vestito di rosso, accompagnato da un asinello e dai suoi inseparabili compagni: gli Schmutzli avvolti in una tunica nera, seguiti dagli Trychlern (suonatori di campanacci), Geisselchlöpfern (schioccatori di frusta), altre figure che portano lanterne, fiaccole e gli Iffelenträger. La sera del 5 dicembre i bambini lasciano i loro stivaletti tirati a nuovo fuori dalla porta, aspettando che San Nicolao li riempia di dolcetti, noci e frutta secca. D’altra parte, se i bambini non sono stati bravi, lo Schmutzli gli lascerà solo del carbone.

La figura cristiana a cui si ispira questa tradizione natalizia è San Nicola di Myra (Turchia, c.a. 261- 6 dicembre 343), anche noto come San Nicola di Bari. Nicola rimase orfano molto giovane e ben presto si fece ammirare per la sua bontà; distribuì tra i più poveri la fortuna che aveva ereditato. Anche da vescovo era conosciuto per la sua generosità e amorevolezza. La risonanza di grandi miracoli da lui compiuti si diffuse ovunque accrescendo la fama di santo riconosciutagli dai suoi stessi contemporanei

In diversi paesi del nord Europa questo santo ha dato origine a tradizioni che si intrecciano con la festa della natività. In Olanda, San Nicolao è conosciuto come Sinterklaas, il portatore di doni per i più piccini, riconoscibile dall’abito rosso, dalla barba bianca e dalla mitra vescovile in testa. Dalle coste europee la tradizione arrivò con i coloni nel Nuovo Mondo dove continuò a lasciare regali nelle case di tutti i bambini.

Immagine: Amsterdamized

Con gli anni il suo aspetto mutò: il cappello vescovile divenne un cappuccio a punta, l’abito restò rosso (si dice anche in quanto testimonial di una nota bibita americana) ma si trasformò in giacca e pantaloni orlati di pelliccia, la folta barba rimase ma ingrassò, e non poco! Santa Claus tornò in Europa nel XX secolo trasformato, sempre sorridente e come maggior distributore di regali nella notte di Natale.


=)

agenda@lugano.ch
Scritti: 72 articoli