Construire un igloo et y passer la nuit 119 main

Il villaggio degli Igloo

Di Eliana, 18.12.13 Curiosando

Igloo è la parola inglese, che deriva dal termine eschimese in lingua inuktitut “iglu”, letteralmente casa. Poiché la parola è generica, una vera e propria capanna di neve si chiama più precisamente igluvigaq, o igluvigait al plurale. Costruiti con veri blocchi di neve e ghiaccio hanno un foro laterale per l’entrata e uno piccolo sul tetto che finge da comignolo. I Villaggi sono aree molto vaste con tanti igloo, e vengono ricostruiti ogni anno (usando circa 30 tonnellate di neve) nel periodo di villeggiatura (novembre/dicembre fino a marzo/aprile).  Alcune volte venivano scavati anche cunicoli sotterranei comunicanti tra i vari igloo, per motivi di sicurezza o per muoversi di casa in casa durante le tempeste di neve. L’igloo, contrariamente a come ci si immagina, può essere un ambiente con una temperatura fino a 17°C. Un piccolo fuoco e lo spazio ristretto sono sufficienti per innalzare la temperatura,  mentre i blocchi non si sciolgono grazie alle capacità termiche del ghiaccio.

Avete mai pensato di vivere come eschimesi?  Magari solo per una notte…
Per chi volesse fare questo genere di esperienza, oggi e possibile, e senza doversi spostare necessariamente al Polo Nord.
In Svizzera ce ne sono cinque ( Zugspitze, Gstaad, Engelberg-Titlis, Davos-Kolsters ) ma il villaggio di igloo più conosciuto è sicuramente quello di Zermatt (Iglu-dorf), situato a 2727 metri d’altezza si trova hai piedi della montagna  più suggestiva e maestosa della Svizzera, il Cervino!


La particolarità di questi villaggi è che ogni igloo è diverso dall’altro e si possono anche essere personalizzati: igloo famigliari, romantiche suite, hot igloo… e volendo si può anche costruire da soli il proprio igloo. I più coraggiosi possono usufruire di saune e di vasche idromassaggio in mezzo alla neve.
Il rischio di avere freddo durante la notte non sussiste visto che i sacchi a pelo presenti in ogni igloo possono conservare una gradevole temperatura “interna”., inoltre da mangiare hanno a disposizione vin brûlé fatto in casa e come vuole la tradizione, fondue al formaggio.  

Per chi volesse visitare il villaggio igloo più grande in assoluto deve però andare davvero al Polo Nord, più precisamente il Lapponia in prossimità del Parco Nazionale di Urho Kekkonori. Lì si possono trovare igloo con cupole di vetro, e nel periodo giusto, ammirare anche l’aurora boreale.


<*>


Scritti: 29 articoli