Renne

Le renne di Babbo Natale

Di Tatiana Dosières, 21.12.13 Curiosando

Il legame di Babbo Natale con gli animali ha le sue origini nelle storie legate alla figura di San Nicola, il quale faceva portare il fardello dei doni ad un asinello. Con il passare del tempo il suo fedele accompagnatore venne trasformato in cavallo bianco, rifacendosi agli animali presenti in territori nordici. Solo nei primi dell’Ottocento compaiono le renne che oggigiorno conosciamo come le famose condottiere della magica slitta di Babbo Natale, figure attinte dal folclore europeo e dalla mitologia.

I nomi delle otto renne sono comparsi per la prima volta in una poesia natalizia del 1823 intitolata A Visit from St. Nicholas. Dasher  è molto scattante e veloce, Dancer  è atletica ed aggraziata, Prancer è la più maestosa ed elegante, altezzosa ma non arrogante. Vixen ha una gran resistenza e non sembra mai stanca, Comet è una renna molto testarda ma ha anche tanta forza di volontà, Cupid è molto amorevole, ha sempre bisogno di abbracci. Donder è quella più orgogliosa ed è riconosciuta come uno dei membri più forti della squadra di Babbo Natale; infine Blitzen è una delle renne più combattive, è determinata e scaltra.
Ruldolph è la nona renna, considerata la più giovane di tutte perché  subentrata solo intorno al 1949. Il suo naso rosso, in caso di maltempo illumina il cielo e guida la slitta di Babbo Natale.

Ognuna di queste renne impersona  un ruolo ben definito ed importante nella tradizionale storia di Babbo Natale, tant’è vero che tanti bambini si sono affezionati ad una singola renna, facendone il proprio “peluche” personale ed indimenticabile.


=)


Scritti: 38 articoli