Tavolinamagino coeprtina

Tavolino magico: la spesa della solidarietà

Di Antonia, 12.12.13 SocialMente

Si calcola che in Svizzera, circa un decimo delle persone vive al limite del minimo ritenuto esistenziale. Non è facile ammettere che in un paese con una così alta qualità di vita, possano vivere persone in situazione di indigenza. Ciononostante la povertà esiste e colpisce soprattutto le famiglie monoparentali, i lavoratori a basso reddito (detti working poor), le persone con alle spalle un divorzio e che non riescono a mantenere due nuclei familiari, i beneficiari di AI, AVS, richiedenti l’asilo e rifugiati con figli.

Tavolino Magico è un’associazione svizzera che si occupa della raccolta di prodotti alimentari e generi di prima necessità in esubero, sempre di qualità, e della loro ridistribuzione a persone colpite dal bisogno e dalla povertà. Ogni settimana in Svizzera sostiene attraverso gli 88 Centri di distribuzione oltre 13‘000 persone. Il servizio è a disposizione di tutti coloro che hanno una situazione di necessità verificata e comprovata annualmente dai servizi sociali del territorio, ottenendo una speciale Carta Acquisti. Il servizio raggiunge nella Svizzera italiana circa 1.400-1.500 persone, grazie ai dieci centri di distribuzione, di cui l'ultimo aperto di recente a Grono (GR), e alle 15 mense, rifornite con i prodotti ritirati dai negozi locali.

Il meccanismo alla base è semplice: non si spreca niente. Ciò che è di troppo ed è stato tolto dal commercio va ai bisognosi; secondo le stime di foodwaste.ch, infatti, in Svizzera sono gettate al macero ogni anno 2 milioni di tonnellate di generi alimentari.

Tavolino Magico si basa sulla solidarietà di privati, di enti e principalmente di supermercati, grossisti e produttori che non vogliono stare al gioco dello spreco, facendo un primo passo verso gli altri, verso chi alla fine del mese ci arriva a stento. Grazie ai tanti volontari che collaborano all’iniziativa, in mensa e nei centri di distribuzione regionali vengono ripartiti gli alimenti donati: un giorno di più, un giorno di meno. Tutti gli alimenti provengono da donazioni, nulla viene acquistato! I generi alimentari distribuiti non vogliono nemmeno sostituirsi alla spesa settimanale, andando però a sostenere quei budget altrimenti insufficiente.

Ogni anno nel periodo delle festività natalizie viene inoltre organizzata la colletta alimentare nei principali supermercati del territorio. Sensibilizzando la società civile al problema della povertà attraverso l’invito a compiere un gesto concreto di gratuità e di condivisione: fare la spesa per chi ha bisogno.

Grazie a questa iniziativa ciascuno può donare parte della propria spesa a Tavolino Magico, contribuendo al sostegno di chi vive una situazione di disagio o ristrettezza economica.


=)

agenda@lugano.ch
Scritti: 72 articoli