Befana

Chi è la Befana?

Di Tatiana Dosières, 06.01.14 Curiosando

Chi non conosce la famosa filastrocca: “La Befana vien di notte con le calze tutte rotte…” (la continuazione di questo adagio ha ben 12 versioni diverse); chi è la Befana e perché porta doni o carbone ai bambini?

La parola befana è una corruzione lessicale di epifania, che deriva dal greco “epifáneia” che significa apparizione o rivelazione. Dal III secolo tra i cristiani è utilizzato per commemorare manifestazioni divine (miracoli, segni, visioni, …) di Gesù. In particolare si ricorda l’adorazione dei Re Magi (sacerdoti astronomi Persiani) che fecero visita alla prima manifestazione pubblica del bambino Gesù

Oggigiorno la befana è una figura tipica soprattutto della tradizione italiana. La maggior parte delle persone credono che la Befana sia rappresentata da una signora molto vecchia, assai brutta, gobba, vestita con abiti scialbi, uno scialle nero, un grande cappello ed un paio di ciabatte consunte, il tutto vivacizzato da numerose toppe colorate. Alcuni invece dicono che è molto magra e alta in modo che può passare tra i comignoli senza fatica.

Una leggenda narra che i Re Magi guidati da una stella cometa partirono per portare i doni a Gesù Bambino, tutti gli abitanti di ogni paese accorrevano per conoscerli e per accompagnarli. Ci fu soltanto una vecchietta che all’ultimo momento cambiò idea, e non li seguì. Il giorno dopo l’anziana signora si pentì di non essere andata, decidendo di raggiungerli. Purtroppo i tre erano già troppo lontani, non riuscì trovarli e nemmeno a conoscere il bambino Gesù. Da allora ogni anno nella notte tra il 5 e il 6 gennaio, vola su una scopa con un sacco grande sulle spalle, colmo di dolci, regalini e carbone portare ai bambini; sono i doni che non è riuscita a dare a Gesù.

Si dice che lo stia ancora cercando!

Immagine di SteFou/flickr
 


=)


Scritti: 38 articoli